Google+ Followers

mercoledì 18 giugno 2014

Week end nel quel di Rimini

Pensavate eh che ero finita pure io nella terra degli scomparsi regnata dalla perfida Sciarelli eh..??!! E invece no, io sono ancora qua eh già! ;/ Ok, ok sono scleri fastidiosi da classica simpaticona di fine giornata lavorativa, vi dò quindi il permesso d'insultarmi virtualmente quando volete, anche ora, adesso, for eva!!! :/
Anyway, parliamo di cose semi-serie, il week end a Rimini si è rivelato molto rilassante e piuttosto soleggiato, alla faccia di tutti quei fottutissimi meteorologi che avevano preannunciato una sorta di fine del mondo caratterizzata da bombe d'acqua sovrumane con annesso e anomalo gelo invernale visto che le temperature dovevano abbassarsi di circa 15/20 gradi, perchè, almeno sulla riviera Romagnola, non c'hanno azzeccato una cippa lippa per non dire di peggio, infatti il classico temporale estivo c'è stato il venerdì notte e, come ben sapete, dopo un temporale viene sempre il sereno per cui fuck fuck e ancora fuck, ci siamo goduti giorni di mare tranquilli con una temperatura perfetta visto che la pioggia ha portato un pò di frescura scacciando così il caldo infernale da esaurimento nervoso degli ultimi giorni. Le vacanze della mia infanzia e della mia adolescenza si sono svolte quasi tutte a Rimini quindi i bei ricordi fioccano aiosa passeggiando per le vie di questa ridente cittadina e osservando attentamente la vita che mi circonda trovo aspetti mega-positivi che mi rendono soddisfatta di aver scelto questa meta per passare un week end, ma anche situazioni poco carine che mi portano a stramaledire proprio questa scelta:

TOP:
- La disponibilità, l'educazione e la gentilezza infinita dei Romagnoli che ci sanno proprio fare con i clienti non c'è storia.
- La "z" particolare della loro parlata che m'ispira sesso violento tutta la vita, ovviamente rispetto ai giovani uomini carini, nelle donne non mi fa nè caldo nè freddo...( non ditelo però alla mia dolce metà, ve ne prego)
- Il buon cibo, da che mi ricordo in Romagna c'ho sempre mangiato bene.
- La piadina Romagnola preferibilmente bresaola, rucola e stracchino...sbavo tutt'ora alla Homer Simpson, ve lo giuro.
- La velocità con la quale vengono servite le varie portate sia negli hotel che nei bar.
- I comodi lettini in rigorosa dotazione con l'ombrellone. (Per chi non lo sapesse, in Versilia con l'ombrellone ti danno le sdraio che sono di uno scomodo allucinante in confronto ai lettini con pseudo cuscino incorporato della Riviera Romagnola)
- Gli aiuto-bagnini che ogni 3 x 2 spazzano via la sabbia sulla passerella così da evitare ai clienti di scottarsi i piedi nelle ore più calde.
- Rivabella, zona tranquillissima dove abbiamo alloggiato, ideale per una coppia di vecchi dentro come noi perchè caratterizzata da mega-stormi di anziani, coppie adulte silenziose e famiglie felici con bambini straordinariamente educati che sembrava davvero di non essere a Rimini.
- I mezzi pubblici che non ti lasciano mai a piedi visto che passano continuamente, così non ti sorbisci il traffico notturno.
- I minimarket ai lati delle strade nei quali trovi veramente di tutto a prezzi davvero pari ai minimi storici, ideali se ti sei scordato qualcosa e se la notte in camera non vuoi morire di sete.
- La vita notturna con feste nelle piazze e lungo mare per tutti i gusti e tutte le età.

OUT:
- Le alghe marine che puzzolentemente dominano la riva e il fondale.
- Colonie di granchi in putrefazione sparsi per tutta la riva.
- Schiuma schifosa e appiccicaticcia in riva al mare proveniente chissà da dove e chissà perchè.
- L'orario della cena negli hotel prevista per le 19:30 manco fossimo tutti all'ospedale.
- Rifiuti umani di ragazzi allo sbando che durante le notti della Riviera si credono super-megabulli infatti urlando e sbraitando continuamente per le vie e ci fanno gentilmente sapere che sono pronti a gonfiare chicchessia perchè sono maschioni solo loro.
- Infiniti PR che insistentemente ti fermano e cercano d'indirizzarti nella discoteca che rappresentano non capendo che, anche se all'apparenza siamo relativamente giovani, dentro siamo degli anziani doc.
- Poraccio rimastone del quartiere di mezza età che barcollando ferma tutti e cerca di raccontarti le sue vicissitudini invano visto che è così ubriaco e fatto che invece di parlare incespica e biascica, solo alcune parole infatti riesce bene a dirle, forse perchè evidentemente sono quelle che ripete continuamente a chicchessia: HAI S-S-SIGARETA??!! - MI HANNO P-P-PICHIATTTTO - PRENDO METTTTADONE - HAI QUALCHE SOLDO T-T-TI P-P-PREGOOOO! E allora per levartelo dai coglioni gli dai qualche spicciolo e speri che muoia di qualche morte indolore per il suo bene visto che a quell'età ormai è irrecuperabile.

Baci, baci
Sara

PS: prossimamente se vi fa piacere, ma anche se non ve ne frega un cazzo, qualche fotina del week end Riminese la metto al sicuro, garantito al limone...vi toccaaaaaaa! :p


2 commenti:

  1. Interessanti i tuoi racconti . Anche se definirti.... pseudo giovane alla soglia dei 30. E anziani doc dentro, .mi sembra riduttivo.per te/voi... hai una vita davanti, io ci ho fatyo il week end di capodanno li,prezzi stracciatissimi ... after hour incluso. ....e colazione in albergo fino alle 4 di pomeriggio.ovviamente se torni alle 8 in albergo mi pare logico... posti fantastici e disponibili. ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dò ragione eh ma mi piace ironizzare sul nostro bradipo stile di vita, ecco perchè ci scherzo un pò su! :/
      Io comunque ti dico la verità, non so quanti anni tu abbia, ma io non ce la faccio più a fare un after te lo giuro quindi ti stimo fratello! ;)
      Un abbraccio!

      Elimina