Google+ Followers

mercoledì 2 luglio 2014

...Vicende da masochiste croniche...

Tutti siamo stati amanti, sfido chiunque a dire di no, magari qualcuno lo è stato inconsapevolmente ma lo è stato lo stesso almeno una volta nella sua vita; pure io mi butto nella mischia, sono stata un'amante masochisticamente consapevole per circa un paio di anni. Lui, bello come il sole, alto fisico asciutto ma ben definito con tatuaggi vari da cattivone sexy, capelli castano chiari, occhi verdi e sguardo alla ti-sbatto-come-se-non-ci-fosse-un-domani, noto tra l'altro nel quel di Lucca non di certo per la sua diligente condotta ma per essere il classico bello e dannato, di quelli pieni di soldi che possiedono tutto ma che non sono mai contenti e quindi cercano sempre emozioni forti attuando comportamenti discutibili e credendo in ideali politici altrettanto discutibili che portano spesso e volentieri a compiere atti stupidi che sfociano nell'illegalità, dando vita così ad un susseguirsi di magagne processuali che non hanno mai una fine. Bene, il bello e dannato in questione, lo conobbi in età adolescenziale una domenica pomeriggio al Luna Park, figuratevi voi, e fu il classico colpo di fulmine, ma oltre a qualche bacio la cosa finì lì perchè io poco dopo decisi di rimettermi insieme al mio primo ufficiale amore, ma quel pomeriggio se mi troncavo una gamba invece di incappare nella sua allettante persona avrei sofferto di meno perchè dopo la fine del mio primo fidanzamento e l'inizio della mia breve ma intensa carriera universitaria, me lo ritrovai casualmente dinnanzi un sabato sera e di lì fu solo merda a ghiande visto che iniziò una relazione torbida e ambigua caratterizzata sopratutto da sesso violento, manco a dirlo, nella quale lui alternava momenti da single, dove oltretutto mi portava in giro allo scoperto insieme alla sua cerchia di amici che tanto sapevano tutto, a momenti da fidanzato ufficiale con la sua storica ormai ex, dove i nostri incontri divenivano segreti e furtivi. Durante tutta la suddetta torbida relazione mi sono sforzata di intraprendere altre frequentazioni ed ho fatto pure credere ad un povero cristo di essere impegnata seriamente con lui, ma come si dice dalle mie parti, non passava dalle porte perchè ogni qual volta che il bello e dannato mi chiamava io correvo immediatamente da lui bloccando qualsiasi cosa facessi e abbandonando miseramente qualsiasi anima pia che in quel momento mi deliziava della sua compagnia inventandomi balle clamorose alle quali tutti stranamente credevano, innamorata??!! A distanza di anni mi rendo conto di non esserlo mai stato, ero solo nella mia lunga fase del "voglio quello che non posso avere completamente ed esclusivamente" e quindi mi divertivo a farmi allegramente male fissandomi su un'idea malsana e mitizzando persone che fondamentalmente non valevano un granchè, per non dire un cazzo! ;)  Per farla breve comunque, la mia rivale in amore, nonchè sua ormai ex storica, sapeva di me e logicamente mi odiava e come potete ben pensare la cosa era reciproca, ma entrambe non riuscimmo mai a tirare fuori le palle per intraprendere un minimo di confronto nonostante ce ne fosse stata occasione visto che casualmente diverse volte ci trovammo nello stesso posto o nello stesso locale, sapete com'è, Lucca è piccola e incontrare chi non hai il piacere di vedere è un attimo, ma lui del resto ci aveva ammaestrato e istruito bene, infatti se ci fosse stata una minima bega tra noi aitanti donzelle ci avrebbe mandato a cagare e noi evidentemente non volevamo assolutamente perderlo. Ah logicamente lui era solito castigare chicchessia intraprendendo scopate occasionali con altre simpatiche donzelle o sfociando pure in vere e proprie orgette se capitava la situazione giusta, lei ovviamente non ha mai saputo nulla, ma io invece potevo godere dei suoi dettagliati racconti perchè io a detta sua ero la numero uno, quella che lo conosceva da una vita, quella di cui lui si fidava in pieno, quella brillante, quella che aveva gusto e stile nel vestirsi, quella con cui aveva un'affinità sessuale indescrivibile, quella con cui faceva le meglio scopate, quella che sarebbe andata sempre con lui anche quando si sarebbe sposata e io ascoltavo tutte le sue cazzate e soffrivo in silenzio, mi logoravo dentro senza fiatare, mi sfinivo a pensarlo costantemente aggrappandomi ad una realtà immaginaria nella quale lui finalmente avrebbe capito che ero io quella che davvero faceva al caso suo e andavo avanti così, comportandomi normalmente, facendo finta che mi andava bene così, fingendo che quello che lui mi offriva mi bastasse perchè sapevo che se avessi parlato la nostra torbida relazione sarebbe finita all'istante. Ironia della sorte, poi, fui io a mettere fine alla nostra storia del cazzo visto che m'innamorai per davvero del mio secondo ufficiale fidanzato e tra l'altro lui non digerì bene la cosa e cercò pure di ostacolarmi in tutti i modi arrivando quasi alle mani con questo ragazzo e anche se il tutto mi fece un insano piacere scelsi di andare avanti per la mia strada e di vivere finalmente una storia vera e sana perchè volevo guarire da questa malattia del masochismo, ero esausta, ero sfinita.
C'ho volutamente perso i contatti nonostante lui in questi anni a volte si sia fatto risentire, se lo becco in giro lo saluto tranquillamente, è chiaro, e visto che siamo amici su FB ogni tanto sbircio qualche scorcio della sua vita; non lo odio affatto, non sono mai riuscita ad odiarlo, troppo forte caratterialmente da schiacciare pure me e troppo intelligente, nonostante le sue cazzate, da passarmi diversi insegnamenti di vita che mi sono serviti più volte, infatti mi rimane un bel ricordo di lui e gli auguro tutto il bene di questo mondo visto che sono consapevole del fatto che se sono stata male è stata solo colpa mia, lui era sincero con me, sapevo tutto ma sceglievo di continuare a fare l'amante... Si può essere così masochisti??? Bah, per fortuna io sono guarita e sono felicemente fidanzata con l'uomo della mia vita che mi ama profondamente, mi accetta per ciò che sono e mi rispetta squisitamente, ma se c'è qualcuno che casualmente s'imbatte nel mio simpaticissimo blog e che si riconosce in una situazione simile a quella che ho vissuto io, voglio dire proprio a quella ipotetica persona di meditare, mediare bene e di prendere finalmente in considerazione il fatto che sicuramente vale di più di quello che pensa e che quindi si merita di più di una scomoda maschera da amante masochista.

With love,
Sara.

Ps: ho scritto di getto, sicuramente la mia grammatica avrà grosse lacune ma vogliatemi bene lo stesso! ;)

Nessun commento:

Posta un commento