Google+ Followers

venerdì 31 gennaio 2014

...Bisoux, bisoux mes amis...! :*

L'ultima mia vacanza all'estero risale più o meno a 8 anni fa quando decisi di avventurarmi nel quel di Mykonos con 3 amiche di quel periodo. Tale vacanza si è rivelata un turbinio di avvenimenti inquietanti conditi tra l'altro da un alto tasso di sfigataggine che ha avuto il suo massimo apice quando, una volta giunte a destinazione, una delle mie valige non mi ha concesso l'onore di arrivare insieme a me ma si è volatilizzata nel nulla spingendomi pure a contattare "chi l'ha visto?" per annunciare in diretta televisiva la sua misteriosa scomparsa... Ora sicuramente per tanti di voi tale avvenimento non è percepito come un grosso problema tanto, si sa, sono cose che succedono e nella maggior parte dei casi la valigia viene ritrovata e rispedita al proprietario e se putacaso non viene rinvenuta c'è sempre quel simpatico modulo che ti fanno compilare per un sicuro risarcimento ( risarcimento un cazzo direi! Io voglio i miei vestiti e anche se mi risarcisci ormai non li trovo più in giro cristooooo! :/ ); ma nel mio caso la situazione era letteralmente drammatica visto che nella mia cara valigia avevo riposto a forza tutto il mio guardaroba estivo! Avete capito bene, anici miei, io potevo benissimo tornare a casa, aprire la parte dell'armadio dove tengo i capi della bella stagione e non trovare niente, il nulla, zero, v-u-o-t-o! Vi lascio immaginare quindi le mie infinite crisi isteriche caratterizzate da simpatici attacchi di pianto compulsivi con i quali ero solita pateticamente intrattenere qualsiasi forma di vita che mi capitasse a tiro causando ovviamente un fuggi fuggi generale dalla divertentissima isola ( sapete sono leggermente malata di shopping e tengo ai miei vestiti più della mia stessa vita! :o ) Logicamente dopo 3 giorni dall'accaduto, la situazione si è risolta per il meglio e la valigia è tornata da me ma sfortunatamente non era più la stessa: si i vestiti c'erano tutti ma non erano diligentemente piegati come li aveva sistemati mia mamma, ( avete capito bene, in casa non faccio un cazzo! :/ ) ma erano tutti scombussolati, stropicciati, mescolati come se la valigia fosse stata fatta rotolare ripetutamente e in effetti essa all'esterno si presentava completamente macchiata di terra secca e lì, proprio lì, mi venne in mente che alla partenza di fianco a noi c'erano dei fighissimi soldati che si stavano allegramente imbarcando per il Kosovo, quindi la mia valigia era sicuramente andata in guerra ed era tornata sana e salva...piansi a lungo dalla felicità.
Detto questo, io sto partendo per un simpatico week end lungo a Parigi con il mio ragazzo dopo 8 anni che non esco dall'Italia perchè vivo con il terrore che tutto cio' possa riaccadere e nella mia valigia ho sapientemente riposto i capi della collezione invernale di quest'anno quindi potete capire il mio stato d'animo instabile attuale... Se qualcuno o qualcosa si azzarda a perdermi la valigia nei meandri dell'aeroporto io lo scoprirò e lo torturerò con le mie stesse mani provocandogli una morte altamente dolorosa, la più dolorosa che si possa immaginare! Avvisati! :p
Perciò, cari amici au revoirrrrrrr! E pregate per me vi supplicoooooo! ;)



mercoledì 29 gennaio 2014

...Simpatici sproloqui alieni...!

<< ...In una notte indefinita una ragazza sta camminando da sola toccando strade sconosciute di una città indecifrabile...lei non ha paura, è stranamente serena, in pace con se stessa. In un attimo si sente libera, leggera, i piedi le si staccano da terra e inizia a salire dolcemente come se qualcosa l'avesse delicatamente afferrata e la stesse trascinando verso l'alto. Lei non ha paura, non pensa a niente, osserva solo quella città sconosciuta che piano piano sta diventando sempre più piccola, sempre più lontana fino a sparire sotto ai suoi occhi. L'Ascesa però non si placa e la ragazza continua ad andare più in alto, sempre più su, ancora più in alto fino a quando si rende conto che ora sotto a lei c'è proprio il pianeta Terra luminoso e colorato, si guarda allora intorno e scorge la brillantezza di infinite stelle incastonate su di un cielo nero che poi tanto nero non è perchè è illuminato da tanti altri oggetti che lei però purtroppo non riesce a decifrare. A questo punto alla ragazza viene fatto di guardare in alto, sopra di lei, come se qualcuno o qualcosa la stesse chiamando dolcemente e proprio davanti ai suoi occhi si materializza un oggetto metallico, circolare e abbastanza grande con una specie di imbuto penzolante dal suo esatto centro da cui la ragazza si sente risucchiare delicatamente ed è consapevole che non può fare altro che lasciarsi andare ed essere così guidata  verso il suo interno, ma un attimo prima di sparirci dentro guarda in avanti trovando i miei occhi ed è lì che capisco finalmente che quella ragazza sono io, proprio io, e non ho paura, percepisco solo un senso di serenità e di felicità che mi avvolge completamente e sono serena, stranamente serena... >>

Si lo so che state seriamente pensando che io stia scrivendo proprio sotto l'effetto di alcool o che mi sia bruciata il cervello con qualsiasi tipo di stupefacente che vi venga in mente, ma non è così, vi devo proprio dare torto stavolta perchè la vicenda che vi ho appena descritto è semplicemente un mio sogno fatto qualche notte fa... ( vabbè è il tipico sogno di una mente vagamente malata ma è uguale oh ecco! :/ ) Non è la prima che mi sogno gli alieni comunque, ad esempio, qualche anno fa, ricordo bene di essermi sognata che ero felicemente a letto, poi dal nulla mi svegliavo e correvo sul balcone dove vedevo scendere proprio davanti al mio naso una navicella spaziale gigantesca ed anche in quel caso non avevo paura ma ero proprio piuttosto felice. Ora, sarà pure che i miei film preferiti sono "Navigator" e "Super 8" e che comunque la metti io sono solita guardare qualsiasi film che ha come protagonisti gli alieni e qualsiasi programma televisivo che parla di suddetti simpatici ufo e che quindi la suggestione galoppa allegramente, io nonostante tutto, agli alieni ci credo, ci ho sempre creduto e sempre ci crederò! ;) Credo soprattutto che gli alieni non siano nè cattivi nè pericolosi per la specie umana e se qualche volta sono stati un pò stronzetti è solo perchè li abbiamo punzecchiati troppo arrivando pure a trattarli come cavie di laboratorio, (si, uno dei miei telefilm preferiti è senz'altro "Roswell" ) ed è per questo che al giorno d'oggi si fanno vedere malvolentieri perchè siamo noi quelli cattivi purtroppo, mentre ai tempi della Preistoria o nel periodo dell'Impero Egizio erano soliti scendere allegramente sulla Terra per fare la nostra conoscenza ed esternare il loro sapere ( parliamoci chiaro, le piramidi, per dirne una, come cazzo hanno fatto a costruirle senza l'aiuto di un entità mentalmente superiore??!! ) visto che le antiche popolazioni non erano ancora corrotte e nessuno li avrebbe mai trattati male. Poi oh, ci sta anche, invece, che magari milioni di anni fa su un qualche pianeta alcune forme di vita d'intelligenza superiore alla nostra da permettersi di poter viaggiare su navicelle spaziali e atterrare allegramente sul nostro pianeta ci siano state e che poi, chissà perchè, ora siano cessate le condizioni adatte a far vivere suddette entità e che quindi la mia teoria di prima sulla cattiveria di noi piccoli insulsi umani non c'entri una cippa lippa. Mettiamola come volete, ma per me gli alieni sono esistiti ed esistano tutt'ora, ci hanno salvato e ci salveranno nuovamente ( non so da cosa o da chi ma ci salveranno sicuramente ) e vi dirò di più, a mio parere siamo proprio noi stessi derivati da piccoli, simpatici, carini e qualche volta intelligenti alienetti! ;) Per cui cari ufo vi aspetto con ansia, sono pronta, portatemi con vooooiiiiiii! ;)

PS: Visto che sono fermamente convinta di derivare da entità aliene mi sento indubbiamente un'aliena anche qui dentro al blog dato che, dando uno sguardo ai vostri blog, anch'io vorrei inserire in alto, come fate voi, quel simpatico specchietto dove ad esempio scrivete: "about me", "info", "the best off", "musica preferita" , "creazioni", "libri preferiti", ecc ecc...Qualche volontario/anima pia che può illuminarmi con qualche dritta affinchè io riesca nella mia ardua impresa?! Abbiate pietà di me, confido in voi! :D

lunedì 27 gennaio 2014

Tanti auguri a Sara per i suoi vent'anniiiiiiiiiiii!

Ebbene si, cari lettori, oggi 27 gennaio è il mio compleanno e sono precisamente 9 anni che compio 20 anni! Yupiiiiiiiiiiii! :/  Yuppiiiiiiiiiiii! :o
Bhè, lo ammetto, tanto Yuppiiiiiii non sono, c'è un tono di malinconia in tutto ciò, perchè questo è l'ultimo anno che mi separa dall'essere ormai adulti, ormai sono alle porte dei fatidici 30 e dopo non si torna indietro, dopo si fa sul serio, dopo arriva il matrimonio, ( direi a breve eh, non voglio mica sfiorire prima di sposarmi eh?! Cristooooo! :o ) dopo arrivano i figli, arriva una famiglia vera tutta mia, arrivano le grandi responsabilità, le bollette da pagare, una casa da portare avanti al meglio, arriva la nuda e cruda realtà! :/ Un pò di paura c'è, è normale credo, sapete sono stata un pò  involontariamente viziata dai miei genitori perchè il mio papà non poteva avere figli dato che diversi medici sostenevano che aveva gli spermatozoi troppo deboli e lui di questo ci soffriva molto, ci piangeva, per cui quando nonostante tutto sono arrivata, hanno come chiamato quasi al miracolo e mi hanno amata davvero, amata così tanto da essere tenuta un pò sotto una campana di vetro, ma alla fine non li biasimo affatto, li adoro, la mia infanzia è stata bellissima, non mi hanno mai fatto mancare nulla e non smetterò mai di ringraziarli per questo. La mia fortuna è che in questo nuovo futuro viaggio ho un complice davvero straordinario perchè Andre è l'opposto di me, è pratico, sicuro, affidabile, maturo, organizzato, forte, mi ha tirata fuori dolcemente da questa campana di vetro e ora, anche se la cruda realtà si è ormai materializzata di fronte ai miei occhi, mi sento lo stesso come nella classica botte di ferro, sento di poter fare qualsiasi cosa con lui senza preoccuparmi più di tanto, quindi su questo lato sono felice e la malinconia svanisce...sono molto fortunata ad averlo trovato, molto...:D
Per cui, cari amici, HAPPY BIRTHDAY TO ME, HAPPY BIRTHDAY TO MEEEEEEEEE! :)

Ps: nel corso della mia vita ho sempre sostenuto che se un giorno sarei andata a visitare Parigi lo avrei fatto solo con l'uomo giusto ( non chiedetemi il perchè ma vedo Parigi come la città degli innamorati, la città dell'amore vero ed eterno ) ed è per questo che ho aspettato così tanto, ( mi sono anche categoricamente rifiutata di mangiare i Macarons qui in Italia aspettando di concedermeli un giorno a Parigi indiscussa loro patria del resto, lo so lo so, non batto pari! :/ ) ora possiamo andare, sono pronta per un week end lungo, il 31 si parte, Parigi arriviamoooooooo! Tanti cari salutiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii! :D






sabato 25 gennaio 2014

MANIE DI UNA GIOVANE DONNA MENTALMENTE INSTABILE -parte 2-

Visto che il mio precedente post a molti di voi, cari lettori, è piaciuto particolarmente, vorrei continuare a elencarvi le mie simpatiche manie/ossessioni per capire se veramente io sia ormai pronta per incamminarmi allegramente verso la strada del ricovero immediato o se in suddetto ricovero io possa avviarmici in dolce compagnia, per cui vi invito calorosamente a commentare sottolineando se alcune fisse siano condivise anche da qualcuno di voi così alla fine organizziamo un divertente pulmino per la neuro...
Vi parlerò quindi di tutte le altre cose che io devo assolutamente mettere nella borsetta perchè sennò, cari amici, io non esco no, no, no, è questione di vita o di morte cristoooo! ( Mary Poppins a me me fa na pippa!:/ )
- IL DEODORANTE. Io non esco mai di casa senza aver messo nella borsetta il deodorante, in pratica il deodorante è il mio migliore amico perchè mi accompagna in qualsiasi posto io decida di andare e in qualsiasi attività io desideri intraprendere. Fa il terzo incomodo quando passo il tempo con il mio ragazzo, è con me quando faccio shopping diventando così un ottimo personal shopper, è con me a lavoro, è con me quando vado a Zumba, ( si perchè io paradossalmente lo porto pure quando faccio attività fisica, non si sà mai, magari vengo colta all'improvviso da puzzo lancinante e, fingendo un qualsiasi malore, posso tranquillamente andare nello spogliatoio, spruzzarmelo, e tornare al pezzo in perfetta forma :/ ) si unisce alla simpatica combriccola quando passo del tempo con le mie amiche, viene con me quando io e la mia band siamo in saletta prove diventando così un diligentissimo giudice alla X Factor, mi accompagna a compleanni, cene, locali, feste comandate, ( Natale, Capodanno, Pasqua ecc ecc ) viene con me al mare, al ristorante e chi più ne ha più ne metta dato che, come avrete capito, io non posso fare a meno di lui! Che poi sicuramente vi chiederete "ma sta qui non si lava che si porta sempre il deodorante dietro?!" Bhè ragazzi io mi lavo, mi lavo anche troppo ve lo assicuro e appunto per questo ci tengo ad essere sempre pulita e profumata (no non è la pubblicità di Pampers :/ ) per cui se sfortunatamente mi dice male e sento salire il primo piccolo accenno di un leggero odorino di cipollotto si aprono le danze e vaiiiiii con il deodorante! Tiè Tiè Tiè! ;D
- IL PETTINE. Stessa identica storia dell'amico deodorante, è sempre costantemente presente nella mia borsetta diventando anch'egli un ottimo compagno di vita con la differenza però che la sua utilità è ridotta ai minimi storici visto che fortunatamente mi spettino poco. ( si lo ammetto il deodorante è il mio primo amore, del resto è stato la mia salvezza tante volte! :/ )
 - LA MACCHINA FOTOGRAFICA ( o digitale, che dir si voglia ). Sono indubbiamente affetta da crisi compulsiva di scatti fotografici, detta in poche parole non faccio altro che fare foto a chicchesia non trascurando ovviamente l'allegro mondo dell'autoscatto per cui la digitale diventa essenzialmente una preziosa compagna di vita che risiede anch'essa perennemente nella mia simpatica borsetta. Pensate che sono solita obbligare il mio carissimo fidanzato a farci continuamente divertenti autoscatti anche senza un particolare motivo, anche se in quel momento siamo sotto casa e non succede mai nulla come sempre e allora si ravviviamo il momento...paresiiiiiii...( fintissimo sorriso che sprizza felicità da tutti i pori ) Cheeeeseeeeee! :/ "Mmmmm amore è venuta male rifacciamolaaaaaaaa daaaaaiiiiiii!" Ma il mio fidanzato nel frattempo si è già buttato nel Serchio per passare a miglior vita... :/ Non contenta, lo obbligo anche a farmi dei simpaticissimi servizi fotografici in tutti i modi in tutti i luoghi in tutti i laghi in tutto il mondo, come era solito cantare il buon vecchio Valerio Scanu ( a proposito che fine ha fatto?? strano eh che non continui a inebriarci le orecchie con i suoi nuovi fantastici singoli...peccato, ci toccherà andarlo a cercare a "Chi l'ha Visto?" Wahahahahahah! si si lo so sono simpaticissima, proprio quasi come il classico ditino nel culetto! :/ )
- IL CHEWING GUM. Sapete non vorrei che mi puzzasse il fiato! :o
- LA POCHETTE PORTA TRUCCHI. Voglio subito dire che quest'ultima non la porto costantemente con me, per dire quando vado a lavoro o a Zumba la lascio astutamente a casa, ma sono solita metterla nella borsa in tutte le altre occasioni rivelandosi sempre un oggetto veramente poco utilizzato, quasi direi inutile (oh ragazzi strano ma vero, è quasi impossibile che io mi sbaffi il trucco specialmente in questi ultimi 2/3 anni che sono diventata volutamente astemia...prima era tutta un'altra storia... :/ )
Sono strana??! Lo ignoro...

Ps: Quando ero "giovine" e allegramente single la mia immancabile compagna di vita, nonchè regina indiscussa della mia borsetta, era indubbiamente LA SALVIETTINA INTIMA...sapete, non si sa mai cosa poteva succedere all'accendersi delle infinite notti brave...Ah! ;)


venerdì 24 gennaio 2014

MANIE DI UNA GIOVANE DONNA MENTALMENTE INSTABILE -parte 1-

Ieri sera durante la mia lezione di Zumba del mercoledì, così affannata, sudata e stremata com'ero, (anche puzzolente diciamocelo, anzi proprio qui lo dico tanto nessuno mi conosce personalmente :o ) ad un certo punto mi sono guardata le mani e ho subito notato che il mio smalto era scheggiato in vari punti: "Cristo però me lo sono dato appena ieri sera ed è già scheggiato??! Faccio schifo! Come mai questi cazzo di smalti non durano un cazzo??! Mmmmm potrei proprio parlarne sul mio fantastico blog..." ( Della serie svarioni mentali n'hai...?! :o )
Tutto questo per dirvi, cari lettori, che io sono completamente ossessionata dagli smalti! Per me avere lo smalto dato alla perfezione è sinonimo di mano curata e quindi di persona altrettanto curata e non sciatta; (odio profondo per la sciatteria! ) pensate che io non esco mai di casa senza avere con me nella borsetta lo smalto che ho sulle mani in quel momento perchè se mi si scheggia io vado letteralmente fuori di testa: continuo a guardarmi in maniera ossessivo/compulsiva le mani, mi agito, sudo freddo, divento incapace di intendere e di volere e vado blaterando un "oddio faccio schifo, non mi posso guardare, devo assolutamente rimediare ridandomi lo smalto subito subitooo subitoooooo! Per cui se vedete in giro una simpatica fanciulla che si dà lo smalto nei modi più disparati e nei posti più improbabili ( sotto al tavolo dell'ufficio per non farmi beccare dal mio titolare, in mezzo a qualsiasi strada di qualsiasi città, nei camerini di prova di qualsiasi negozio, in qualsiasi bar, in qualsiasi spiaggia, in qualsiasi macchina, in qualsiasi ristorante, ecc ecc) non temete sono io, proprio io!:o Non contenta e soddisfatta di tutto ciò, dovete sapere che sono oltretutto solita abbinare il colore dello smalto al tipo di abbigliamento che indosso quindi sono capace di cambiarlo anche un giorno si e un giorno no, restando ovviamente al passo con il colore/moda del momento e durante l'estate tale mania cresce ai massimi livelli visto che lo smalto me lo metto anche sui piedini (piede senza smalto uguale persona sciatta e schifosa) che deve essere rigorosamente uguale al colore di quello che ho messo sulle mani! Tutto ciò, cari amici, diventa involontariamente un vero e proprio lavoro a tempo pieno! (per la gioa di mia mamma che si ritrova la casa sommersa di smalti di qualsiasi tipo e qualsiasi colore sparsi allegramente ovunque e per la gioia di Andre che si "diverte" ad aspettare ore su ore che il mio smalto sia asciutto e perfetto! ) Qualcuno di voi sicuramente si chiederà:" come mai questa ha sempre lo smalto scheggiato??"  Facile, compro solo ed esclusivamente smalti a basso costo perchè interiormente penso che scegliere quelli a un piccolo prezzo mi permette di comprarne di più, ma allo stesso tempo, sono anche consapevole del fatto che più uno smalto costa poco più si scheggia subito e secca in men che non si dica e quindi ovviamente mi tocca ricomprarlo, ricomprarlo e ricomprarlo ancora...ragazzi è un circolo vizioso, non ci si esce, non ci si esce più... :o
Vi lascio inserendo qui sotto un simpatico esempio di "outfit di nails fai date", si perchè io mi faccio le foto alle mani quando mi metto un nuovo smalto, dato che mi piace proprio autocompiacermi e autocongratularmi del mio perfetto operato...
Ps: Perchè non prendo l'abitudine ad andare in un Centtro Nails?? Lo ignoro...




mercoledì 22 gennaio 2014

...Lovelandia...!

Come avrete sicuramente capito, io sono felicemente fidanzata da 2 anni, con gli annessi e classici immancabili progetti di convivenza, matrimonio e figli! (per la gioia di mia mamma che era seriamente convinta che io rimanessi una zitella acida! Tiè Tiè! <3 ) Se penso al fatto che io sia fidanzata proprio con lui mi viene un pò da ridere, nel senso buono della parola ovviamente, non mi sembra ancora vero che io stia facendo progetti di vita proprio con lui, nella testa mi si materializzano pensieri del tipo " non ci posso credere è proprio lui quello che stavo cercando, è proprio lui l'uomo della mia vita, è proprio lui la persona che voglio sposare, con cui voglio avere dei figli, con cui voglio invecchiare...Cristoooo! Se lo sapesse Vane! O molto probabilmente lo sà visto che sua sorella e sua mamma sono ancora mie amiche nel quel di Facebook e sicuramente si starà facendo delle grasse risate, o forse starà pensando che entrambe siamo finite con gli unici due ragazzi con i quali non avremmo mai e poi mai pensato di finire!" ( bhè questo è quello che m'immagino io, di lei purtroppo non sò più niente...sicuramente ve ne parlerò in uno dei prossimi post, lei, tasto paurosamente dolente per me... ) Tutto questo per dirvi, cari lettori, che io Andre all'inizio non lo volevo proprio, non c'era cristi, non lo volevo assolutamente visto che per me era solamente un collega di lavoro, si perchè a quel tempo lavoravamo insieme in uno squallido Call Center, proprio quei tipici Call Center dove, involontariamente, imbrogli le persone e dove, subdolamente, altre persone sopra di te imbrogliano proprio te. (vi parlerò anche di questo in un altro post!) Fattostà però che, dopo l'allontanamento da Vane e, dopo che l'altra mia amica A. concluse la sua storia con il figlio della titolare di suddetto Call Center, iniziammo ad uscire assiduamente tutti insieme: io, A., Andrea (il mio ormai fidanzato) e il suo gruppo di amici. Per me proprio quell'estate, l'estate del 2011, rimane una delle più belle estati che io abbia mai passato caratterizzata da serate stupende in locali, in giro, da risate, persone vere e sincere, infinite giornate al mare, concerti indimenticabili, (Vasco e i Subsonica) opinioni e storie che ti cambiano il modo di vedere la vita, felicità, serenità, spensieratezza...tutto questo grazie al rapporto di sintonia e di confidenza che si era instaurato tra noi giovani donzelle ed il gruppetto di baldi ragazzotti. Non dico che Andre non ci provasse con me, tutt'altro, si era infatti dichiarato spudoratamente guardandomi negli occhi ma io ero ancora una stupidina, la classica figa di legno che va dietro a chi non può avere, infatti i miei pensieri erano tutti rivolti a Mister A (sicuramente vi parlerò anche di lui, non temete :o ) di cui non volevo masochisticamente liberarmi, per cui svicolavo con grandissima non chalance dalle sue avance offrendogli semplicemente una sorta di amicizia, un'amicizia che profuma d'amore, (citando la favolosa canzoncina del cartone animato "Piccoli problemi di cuore" ) visto che, ok non mi concedevo, ma allo stesso tempo ero felice di passare del tempo con lui, lo trovavo carino e non avrei mai e poi mai accettato che lui potesse uscire con un'altra ragazza! (ok, ok ero indubbiamente da strozzare! :/ ) Andre quindi è stato intelligentissimo, a mio parere, perchè ha capito la situazione alquanto contorta (non sono di certo una ragazza semplice, sappiatelo! :o ) ed è riuscito a starmi lo stesso accanto con dolcezza e comprensione, facendomi semplicemente capire che lui c'era, mi aspettava, era qui per me, senza forzare la cosa con improbabili e appiccicosi "attacchi amorosi" di cui non avevo minimamente bisogno; ed io piano piano ho capito che non potevo più fare a meno di lui, che lui placava quell'irrequietezza che sentivo dentro di me ormai da tanti anni, che se lui non c'era per qualche motivo specifico io non uscivo perchè se uscivo mi sentivo persa, disarmata, si ebbene si,  lui mi faceva sentire protetta, quella protezione che sà darmi solo mio padre e che ho sempre ricercato invano nei miei fidanzati di turno e quindi, si, mi sono lasciata andare...( una sera di un grigio fine novembre, poi,  ricordo nitidamente che un'amica, nonchè lurida sgualdrina, della fidanzata di un suo amico, si era allegramente unita alla nostra combriccola e tutta la sera si divertì a fare la classica gatta morta attiva con Andre, il quale rispondeva positivamente e palesemente alle sue scontate avance... (facendomelo apposta ovviamente) io quindi non ci vidi letteralmente più dalla rabbia, "cazzo vuole questa??! Come si permette Andre a posare lo sguardo su di un'altra?! Come si permette eh eh eh?! E' MIO solo MIO!" a fine serata litigammo bruscamente e la sera dopo ognuno uscì per i cazzi propri, io sola con A. e lui con i suoi amici, tornai a casa e piansi amaramente gran parte della notte...l'8 dicembre successivo uscimmo per la prima volta, un vero appuntamento e da lì iniziò tutto...! )









lunedì 20 gennaio 2014

"Ehi tu ce l'hai una siga??!!" - "No caro/a, ho smesso!"

Circa 10 mesi fa ho detto addio alle mie adorate/odiate Camel silver! ( marca tra l'altro forse ora uscita di produzione dato che non ho mai visto nessun'altro avercela dietro e coloro che immancabilmente me la scroccavano erano soliti cantarmi a presa di culo "aria ti respiro ancora sai nell'aria ci siamo ancora noiiiii!" lamentandosi del fatto che era troppo leggera ed era quasi come non fumare! :/ ) Forse a qualcuno di voi, cari lettori, sorgerà la consueta domanda del "come ha fatto??" Bhè di preciso non lo so nemmeno io, sò solo che, dopo una notte in bianco causata da un dolore lancinante proveniente dal mio caro buon dente del giudizio il quale è riuscito a sopravvivere a 3 Brufen e 2 Aulin, ( lo so, lo so ho quasi tentato la via del suicidio...) la mattina successiva il mio storico dentista, impietosito dalla chiamata di mia mamma la quale asseriva che sua figlia stava per morire e non riusciva nemmeno a parlare, decise di darmi un appuntamento in exstremis. La diagnosi del simpatico dentista fu terribile:
-Dentista. "Sara vanno tolti entrambi i denti del giudizio della parte sinistra, sia quello sotto che quello sopra, visto che uno è letteralmente marcio, da cui infatti fuoriesce un simpatico odore di bottino con uno spiccato retrogusto di pattume, (ecco perchè Andre ultimamente mi diceva che mi puzzava il fiato :/ ) e l'altro ha una divertentissima carie in stato avanzato!"
-Io. Nuoooooooooo! (stramaledicendo internamente chicchessia!) E quando dovrei toglierli allora?"
-Dentista. " Facile, proprio ora! Sei indubbiamente un caso disperato!
-Io. "Aaaaaaahhhhhh! No, no no nooooooo!Non ce la posso fare!"
-Dentista. "Bene, allora continua a soffrire come stanotte!"
-IO. "Sig sig ehm ehm...Procedi pure! Doh! ( alla Homer Simpson)
E così salutai definitivamente i miei cari dentini del giudizio, non felicemente, ci tengo a sottolineare, visto che l'operazione fu come un forte calcio nei coglioni come direbbero i carinissimi maschietti, ma a fine dell'agonia, mi rimasero bene impresse le parole del dentista "Sara mi raccomando per circa 3 giorni non fumare!" che presi proprio alla lettera dato che, da li in poi, smisi davvero di fumare!
Ora, c'è anche da dire, che il contesto in cui vivo mi aiutò particolarmente a prendere questa decisione dato che i tempi in cui mi ubriacavo con le mie amichette fumando una sigaretta dietro l'altra sia mia che offerta da improbabili "martellatori di Sivilia", ( conquistatori di bellissime donzelle) erano, ahimè, finiti, infatti Andre da circa 1 anno e mezzo era solito scartavetrarmi i coglioni affinchè io riuscissi a smettere appoggiato ovviamente da mio padre il quale la prima cosa che gli disse quando glielo presentai fu: "allora riusciamo a farla smettere di fumare??!" Inoltre nel simpatico gruppo di amici con i quali ero solita uscire, non ce n'era uno che fumasse (tralasciando solo la mia best friend V. che purtroppo non riesce a smettere) e quindi sinceramente avevo sensibilmente già diminuito il numero di sigarette giornaliere dato che si sà, una sigaretta accesa tira l'altra, quindi se nessuno accanto a te fuma non ti viene da accenderla. 
Io, quindi, sfato il mito del "com'è difficile smettere di fumare" perchè per me è stata davvero una passeggiata in quanto non sono mai stata colta da crisi compulsive da mancata nicotina nonostante che la mia mamma e la mia amica V. continuassero allegramente a fumarmi davanti; (nb in tempi bui un pacchetto di sigarette al giorno me lo fumavo tranquillamente) l'unico problemino, se così si può chiamare, che io ho avuto è stato quello, ahimè, della fame compulsiva ovvero stavo letteralmente ingurgitando simpatiche quantità troppo elevate di cibo senza accorgermene purtroppo fino a quando ho involontariamente constatato che alcuni amati jeans e gonne non mi entravano più e alcuni simpatici cappotti non mi si abbottonavano più e, colta da crisi depressive e attacchi di panico, ho subito deciso di mettermi a dieta ferrea togliendomi il piacere della pasta (i sughi da Masterchef di mia mamma ormai me li sogno la notte) e del pane, ritrovando così il mio peso-forma. Per cui, cari lettori, tutto è bene quel che finisce bene e invito tutti i simpatici fumatori, che magari mi stanno casualmente leggendo, a pensare seriamente a dire addio al fumo e dò loro alcune validissime ragioni:
1. Il mio alito e miei denti ne hanno sicuramente tratto beneficio dato che ora, salutando la sigaretta, potrei essere tranquillamente lo sponsor di uno di quei simpatici spot pubblicitari di Mentadent o di Oral-B con bianchi sorrisi e alito fresco
2. La mia voce è rinata, per la gioia della mia cara band, infatti sono tornata ad avere un'estensione pari a quella di Mariah Carey (magariiii! :/ ) e non è più caratterizzata da quella simpatica raucedine tipica dei clienti dei peggiori Bar di Caracas
3. Non sò più cosa significa avere quel simpatico raschiore in gola con moccino giallo/marcio annesso da sputare ogni mattina
4. I miei capelli profumano di shampoo e balsamo, le mie mani profumano di sapone, i miei vestiti profumano di pulito!
5. Sto usando i soldi risparmiati dal mancato acquisto di ingenti quantità di pacchetti di sigarette, con maggiore shopping e week end o viaggi che prima non potevo permettermi 
6. Anche se inevitabilmente i primi mesi qualche chilo si prende, (vi invito a cliccare su Google "smettere di fumare" e vi si apriranno pagine su pagine di motivi per cui purtroppo la mancanza di nicotina porta a prendere inevitabilmente qualche chiletto in più) togliete subito pasta e pane inserendo maggiori verdure, (volere è potere) iniziate un corso di zumba ( o qualsiasi altra attività fisica) e vedrete che tornerete come prima! (Se ce l'ho fatta io che sono una normalissima giovane donna, ce la potete fare anche voi!)
Spero di avervi convinto cari miei improbabili lettori!
Kiss, kiss Gossip Girl! (scusatemi ma non vedevo l'ora di dirlo...Gossip Girl tutta la vita!)






domenica 19 gennaio 2014

Sono decisamente una ROCK STAR!

Ebbene si amici (??) io canto, e non parlo della celeberrima canzone riproposta qualche anno fa dalla originalissima ed eclettica Laura Pausini ( la odio, se non lo avete ancora intuito) io canto, sono davvero la cantante di una band composta da 4 strani elementi:
- io in primis, caratterizzata da un perfetto accento inglese ( della serie, per dirne una, "aruwarawei for e last to bi over [citando la sigla dell'intramontabile serie tv Dawson's Creek] )
- il chitarrista, ribattezzato anche "cucciolo" ( in evidente stato di morbidezza acuta caratterizzata da una sporgente panciotta ) perennemente depresso, perennemente, dice lui, a dieta (??) perennemente impaurito da improbabili e inesistenti malattie di cui è sicuramente affetto e perennemente alla ricerca costante di un lavoro
-il bassista, noto mangiatore e inevitabilmente evacuatore compulsivo cosa peraltro dedotta dai suoi simpatici racconti di apocalittiche cagate fatte e sparse per tutta Italia perchè " oh ragazzi quando scappa scappa e du coio coio!"
-il batterista, tipico uomo di mezza età single convinto e famoso "trombador de Sivilia" ( se non fosse chiaro, conquistatore di giovani e ingenue fanciulle) che sembra uscito direttamente dal noto programma televisivo "Uomini e Donne" . Sul batterista inoltre vorrei spendere qualche altra parola perchè è una new entry da ormai 8 mesi visto che il vecchio storico batterista, ahimè, ci ha dato buca avendo una moglie superficialmente carina e simpatica ma profondamente padrona, dispotica e non particolarmente felice di passare un paio d'ore serali a settimana da sola che durano giusto il tempo di provare qualche canzone.
Non sò dirvi esattamente quanti anni di vita abbia la mia band, ricordo solo che ero single, ribelle e masochista affetta ovviamente dalla sindrome del "è un uomo che fugge? Una merda stagionata? Un vero bullo? Uno da un carattere indecifrabile e contraddittorio? Bene! Lo voglio e sarà mio a tutti i costi!" :o E ricordo anche che avevo abbandonato la strada della musica, a malincuore ovviamente, dopo aver fatto spendere diversi quattrini ai miei poveri genitori a causa di innumerevoli lezioni di canto con insegnanti più o meno capaci, promettenti concorsi canori, (che qualcuno modestamente ho anche vinto, ah! :D ) e innumerevoli serate canore con L'Accademia di San Remo con concorso annuale finale direttamente a San Remo, ovviamente non spesato dall'organizzazione, che ti faceva credere invano di poter arrivare a calcare il mitico palco dell' Ariston ( nessuno e dico nessuno di tutti gli aspiranti cantanti che ho conosciuto e che come me bazzicavano attorno a questo mondo ha mai avuto il piacere di finire in tv con un video o in radio con un singolo...saremo stati tutti delle capre, che ti devi dì!?! :/ ). Calata in questo suddetto simpatico squarcio della mi vita, un bel giorno, (come è da tradizione nelle favole più belle) ricevetti una chiamata da un numero sconosciuto:
-io. "Ppppronto...?! (con aria un pò allarmata)
-sconosciuto. "Sara ciao sono R. ti ricordi di me? Abbiamo lavorato al Mediaworld insieme hai capito? (ebbene si ho lavorato per diversi anni al Mediaworld , poi, stranamente non mi hanno assunto)
-io. "Si certo che mi ricordo, come va?
-R. "Si tutto bene grazie,te? Senti ti ho chiamato perchè io ho una band appartenente come genere al mondo del rock/melodico, attualmente però siamo senza una cantante e, visto che avevi cantato al matrimonio di E. (addetta alle vendite di suddetta catena) e che eri particolarmente piaciuta sia a me che a tutti gli invitati, volevo sapere se ti andava di venire a fare una prova da noi questo giovedì alla City Music!? ( una delle tante salette di prova della mai fantastica città)
-io." Ehm ehm io (e in quel mezzo secondo mi balenò velocemente un'idea nella testa: se la musica mi aveva casualmente ricercato, senza che io peraltro la cagassi minimamente, era giunto il momento di tornare in carreggiata Cristoooo! ) Ehm io ehm...SIIIIIIIII!"
E così quel giovedì sera ritrovai un pò di felicità provando alcuni pezzi con loro capendo inevitabilmente che io lontana dalla musica non ci posso stare (mi vengono già le lacrime agli occhi, sono molto sensibile sappiatelo! ) e iniziò così una nuova avventura canora che dura felicemente tutt'ora! :) C'e qualcuno che per caso si chiede il nome di questa fantastica band??? uno alla volta cari lettori, dai non menatevi virtualmente, uno alla volta...rullo di tamburi...tadaaammm: siamo i Sara's Tales! Clap clap clap! (si lo so stò sclerando! :o) Che dire del nome, fino allo scorso anno siamo stati paradossalmente senza nome e ci siamo felicemente esibiti in locali, compleanni, matrimoni, feste in strutture balneari, inaugurazioni di negozi vari e chi più ne ha più ne metta, sorvolando con nonchalance sul nome, poi gli altri, i maschietti per intenderci, colti da sconforto, hanno optato per questo S'ara's Tales ma intimamente ho come l'impressione che nessuno di noi sia molto convinto, anche se attualmente preferiamo non rivelarlo...bhè come si suol dire "chi vivrà vedrà" e io aggiungo "e il nome giusto arriverà!" (forse forse mi devo dare al rap visto ste rime che tiro fuori!)








venerdì 17 gennaio 2014

...CAPODANNO "ALLA CHI L'HA VISTO/QUARTO GRADO"...

venerdì 17 gennaio 2014

Visto che nel mio primo divertentissimo post del mio nuovissimo,originalissimo e bellissimo blog ho citato un aneddoto elargitomi a fine 2013, voglio proprio parlarvi (sempre che qualcuno casualmente e malauguratamente mi leggesse) del favoloso Capodanno 2013 che io e il mio fidanzato abbiamo passato... Iniziamo dall'inizio... (scusate il simpatico giro di parole) Questo Capodanno il mio fidanzato Andrea non l'ha mai sentito particolarmente sia perchè era molto stanco causa surpluss lavorativo (lavora in una nota catena di supermercati quindi immaginatevi che casino ci possa essere durante le feste di Natale) sia perchè in generale non gli è mai piaciuto come festa sostenendo che alla fine sia un giorno come un altro...bah...io non sono molto d'accordo, ok non è che volevo andare a New York a fare la figa però qualcosina volevo fare anche solo per rinnovare una camicetta con le stelline veramente dolcissima quanto me (??) presa da H&M e dei deliziosi pantaloncini neri che davanti sembrano una gonna, ovvero per intenderci quelli famosi di Zara di questa collezione (sicuramente chi è una maniaca dello shopping come me ha capito quale sia il tipo di shorts di cui sto parlando...almeno spero)! Purtroppo per noi però, anzi soprattutto per me, le fantastiche opzioni/eventi da poter scegliere si limitavano a due miseri inviti: o andavamo con la mia amica storica ad un ristorante di periferia vicino tra l'altro a dove faccio Zumba o andavamo a casa di un amico di Andrea dove si sarebbe svolta una simpatica festicciola composta ahimè da soli uomini tutti zitelli (d'altra parte come li vuoi chiamare degli individui che a 30anni suonati sono soli e non cercano nemmeno di accoppiarsi?! :0 )  Analisi accurata dei 2 inviti: (che poi si è rivelato un invito solo...andate avanti con la lettura...sempre per chi casualmente mi leggesse...) La mia amica storica, che io tra l'altro adoro, ci aveva invitato a passare il Capodanno in questo fantastico ristorante insieme al suo fidanzato, a suo fratello con consorte annessa e ad altre 2 coppie loro amiche e anche se la mia best friend aveva insistito un bel pò arrivando quasi a pregarmi di venire, abbiamo deciso a malincuore di darle buca per i seguenti motivi:(ariduepunti :/ )
- Punto 1. La cena tenutasi in questo simpatico ristorante di provincia ci sarebbe costata 80 euro escluso lo spumante! Ora per tanti sicuramente 80 eurini non sono una cifra da mettersi le mani nei capelli e vi dò anche ragione ma sinceramente per me spendere 80 euro in una misera e noiosa cena di Capodanno da ristorante (nb nemmeno la musica dal vivo ci offrivano ma bensì solo uno scontatissimo cd di allegre e originali canzoncine tipiche dell'evento quali pe pe pe pe brigitte bardò bardò ollèlè ollalà faccela vede faccela toccà e chi più ne ha più ne metta) mi faceva girare altamente le cosiddette palle visto che uno, la sera del 2 gennaio il ristorante in questione la solita cena sicuramente ce l'avrebbe fatta pagare massimo 20/25 euro; due, che io sono una tirchia di merda eccetto che non si tratti di shopping esclusivamente per la suddetta e spendere tanti soldi nel cibo a parer mio è come buttarli allegramente dalla finestra cosi' tanto per fare i bulli e tre, sono a dieta, ebbene si avete capito bene sono a dieta nel periodo delle feste di Natale e me ne vanto perchè io vado controcorrente oh ecco! :D
- Punto 2. La prima coppia amica del fidanzato della mia best era composta da un ragazzo della mia età (classe 1985) e la sua adorabile consorte di 40 anni suonati con figlio a casa avuto da un matrimonio finito. Ora a me non interessa della differenza di età e di tutti i discorsi che uno ci può ricamare dietro, io mi soffermo solo a parlare dell'elemento maschile della coppia il quale, qualche anno fa, mi ha spudoratamente e insistentemente martellato.( in italiano corretto si intende voler conquistare qualcuno, rimorchiare, montare :/ ) Ovviamente non c'è niente di male da parte di una ragazzo a voler cercare di conquistare la preda accuratamente scelta, se non che sto tipo si era letteralmente fissato con me fino a farmi sentire buffamente stolckerizzata visto che lui uno, si presentava allegramente ( sottolineo infinite volte) sotto casa mia senza ovviamente essere invitato mandando sms del tipo "Sono giù scendi...Perchè non risp?! Ti prego scendi ti devo parlare!" Due, mi fece recapitare a casa un cospicuo mazzo di rose rosse con immancabile biglietto annesso con su scritto "Mi sono innamorato di te ti prego esci con me!" (alchè mia mamma intenerita dalla dichiarazione d'amore mi ordinò pure di provare a uscirci affermando che "Oh hai superato i 25 anni se non stai attenta resti zitella quindi non farei così la schizzinosa fossi in te!" ) E tre, andava allegramente in giro a dire a tutti, non escludendo nemmeno la sottoscritta, che mi avrebbe trattato da regina, che mi amava ma che stava male e che per colpa mia era dimagrito (cosa che tra l'altro lo aveva giovato visto che era un tantino quasi obeso) cercando così di farmi sentire in colpa. Come sicuramente avrete capito a me non piaceva per niente sia per quanto riguarda l'aspetto fisico, non per fare la cattiva ma veramente non l'avrei baciato manco morta mi dispiace dirlo ma mi faceva proprio senso essendo senza dubbio catalogabile nei cosiddetti "uomini cesso", sia caratterialmente essendo ovviamente una cozza appiccicosa e quindi anche se a lui finalmente la stracotta è ormai fortunatamente passata, ( per la mia felicità purtroppo le sue avance andarono avanti per più di un anno) a me tornava lo stesso male passarci un Capodanno insieme anche perchè sull'ultimo lo trattai veramente male ma ero davvero sfinita dai suoi continui attacchi e poi, non si sa mai, magari avrebbe tirato fuori qualche battuta o qualche frecciatina riferita ad Andre o a me preso dalla immancabile botta alcolica tipica di questa festa e quindi ho preferito evitare. (tra l'altro ironia della sorte Andre è finito momentaneamente a lavorare con lui perchè stanno rinnovando il suo punto vendita ed è oltretutto il suo responsabile quando non c'è il capo-reparto...ahahahaha tiè evviva il karma! :D)
- Punto 3. Anche l'altra coppia di amici era costituita da un soggetto maschile affetto da ubriachezza molesta che quando era single martellava qualsiasi cosa di sesso femminile che gli capitava sotto tiro (pure io non sono stata ahimè esclusa) e anche le rare volte che non lo beccavi sotto l'effetto dell'alcol non era di certo una simpatia e intelligenza unica, infatti è diverso tempo che non lo vedo e se lo vedo faccio finta di non vederlo per cui ho scelto anche sto giro di non avere il piacere di rivederlo tipo Carrambata! :/
Il secondo (almeno così era convinto Andrea) invito, come ho già accennato, si svolgeva a casa dell'unico amico che ha le quattro mura domestiche libere, (nb scrocca metà casa della nonna la quale gli paga pure tutto sennò, non avendo un lavoro, voglio vedè come faceva a vivere da solo) nella quale suddetta casetta gli altri amici si erano automaticamente invitati e avevano a forza indetto un divertente party anche se il proprietario non era tanto d'accordo, party composto da soli ruspanti uomini che proprio così hanno voluto restare snobbando letteralmente le poche coppie che girano intorno al gruppo e quindi inevitabilmente siamo stati tagliati fuori...Andre c'è rimasto un pò male di questa loro decisione perchè per lui e per altri era scontato che quelli accoppiati ci fossero, io invece ho solo recitato la parte di quella dispiaciuta visto che sotto sotto la cosa non mi dispiaceva affatto anzi, uno perchè la casa del suddetto amico è sporca, lui non la cura per niente, mancano pure sedie, piatti posate e bicchieri, due ha un cane incazzoso che morde qualsiasi persona che si avvicina al padrone e quindi viene rinchiuso in bagno e quando sfortunatamente te la fai addosso e devi assolutamente evacuare viene prelevato e messo in camera lasciando però dietro di se una puzza di cane bagnato e sudicio che impregna il povero bagno trasformandolo in una camera a gas pari a quelle che facevano quelle merde dei Nazisti diventando così in luogo di morte! :/
"E quindi cosa facciamo ora...??!!" Ci siamo detti, anzi io mi sono detta perchè Andre in quei giorni appena si sedeva o si appoggiava da qualsiasi parte cadeva inevitabilmente nelle braccia di Morfeo.  E puff magia esternai la prima idea che mi venne in mente: "Andiamo a Viareggio, ci ceniamo e poi stiamo in piazza, ho letto che ci sarà una simpaticissima festa in centro con tanto di palco e musica dal vivo e non e con pandori,panettoni e spumante gratis per tutti dopo la mezzanotte! wow!yeah! :/ "
Arrivati all'aspettatissimo giorno del 31/12/2013 intuisco che sarà una Capodanno un tantino spento e allora mi balena un triste pensiero nella testa "Non bevo più niente da un paio di anni ma stasera è il momento stasera che sera, citando una vecchia canzone di cui non mi ricordo nè il nome nè l'interprete stasera si beve" e dissi ad Andrea di compare una bella bottiglia di Limoncello, l'unico super alcoolico che riesco a tirare giù e lui ovviamente ubbidì senza fiatare pregustando sicuramente l'immancabile sfrontataggine che ti viene quando sei allegra dall'alcol  immaginando scene da filmino porno della serie "lo famo strano" nelle quali io mi sarei cimentata colta da assenza di tabù da ingurgitamento di notevoli quantità di Limoncello (nb tutto questo ahimè non accadde mai! :/ )
Arriviamo al dunque, uscito da lavoro Andre mi viene a prendere intorno alle 16:00 e io mi presento con la mia immancabile valigia con trolley da viaggio visto che sarei rimasta a dormire da lui (ormai c'è abituato, tutti i week end e le feste dormo da lui e tutte le volte mi presento come se dovessi stare via per un mese ma oh se mi viene in mente che non ho quella tale cosa perchè ahimè non l' ho portata io devo e ripeto devo assolutamente tornare a casa mia per prenderla e per evitargli il vai e vieni,vieni e vai, giusto perchè mi sta a cuore, mi riempio di cose che poi non mi serviranno :/  ) e, facendola breve, appena varcata la soglia di casa sua stappai il caro buon vecchio Limoncello per un simpatico brindisi iniziale che significò essere  già in preda all'alcool dopo solo quel misero bicchierino e mentre iniziavano i miei immancabili discorsi a ombrello (in italiano corretto, discorsi senza senso) venni disturbata dalla mia futura suocera disperatamente in lacrime perchè il suo compagno/separato in casa aveva deciso di non venire per Capodanno ma stare allegramente a casa con la moglie; (nb la suocera non è la prima volta che la vedo piangere per questo 'gnorante Camaiorese ) logicamente che fai?! cerchi invano di consolarla ma ecco che ti arriva la scontata chiamata di lui e vedi lei che si rintana in camera e inizi a sentire urli su urli, imprecazioni su imprecazioni, accidenti su accidenti...ovviamente fai finta di non sentire e ti prepari per la grande seratona quando lei tornò davanti a noi con un sorriso a 125mila denti dicendo "Viene eh?! Ora arriva!" Che culo!:o  Fattostà che lasciammo la suocera e il simpaticissimo consorte in cucina felici e intenti a mangiare amorevolmente una bella pizza Camaiorese (per chi non lo sapesse parlo di Camaiore, simpatico paese/città, non sò, sono sempre stata negata con la geografia, che si trova in provincia di Lucca) e partimmo, vai col vento, serata al top! :/ Dopo una cena improbabile ad un fast food dove però io sempre controcorrente mi presi una bella insalatona con dentro carne, pomodori e piccoli crostini così da poter gustare (senza sentirmi tanto in colpa) come dessert una cheesecake al caramello di una bontà e pesantezza unica e felicissima, ma un pò rallentata nei movimenti da quella deliziosa mattonata/leccornia sullo stomaco, ci avviammo verso la fantastica festa in piazza passando ovviamente da barino-barino (dialetto Lucchese: andare da locale a locale per consumare vari drink) dove ora si prendeva un caffè, ora un limoncello o un amaro; alle ore 23:45 in punto però arriva sul cell di Andre una telefonata, i suoi occhi si chiudono a fessura si allontana dal casino della piazza con gente urlante in preda all'alcol, io lo seguo per inerzia domandandomi internamente:"cazzo è successo??? :o Era pensate un pò, rullo di tamburi, quel simpaticissimo compagno/separato in casa della mia suocera che ci voleva informare che era venuto via da casa di Andre prima che iniziassero i botti e i casini dei festeggiamenti e come è tradizione appena arrivato a casa sua era solito chiamare la sua compagna per dirle "cara sono arrivato a casa da mia moglie, notte, sei l'unica per me. ps:ti amo" ma che suddetta (nonchè mia suocera se non fosse ancora chiaro) non rispondeva nè al cell nè a casa nonostante l'avesse chiamata tante volte, insinuando quindi che fosse successo qualcosa di brutto ma, nonostante che Andre gli avesse gentilmente chiesto di tornare a casa sua a vedere cosa fosse successo visto che lui era molto più vicino di noi, costui ci salutò allegramente dicendoci che ormai era arrivato a casa e che non poteva tornare indietro ma che era preoccupato eh?! :/
In preda al panico facciamo una chiamata alla nonna di Andre la quale c'informa che la macchina della mia suocera è in garage ma che lei non sale al piano di sopra a vedere se la suddetta donna stia bene o meno visto che per lei non era successo nulla e non aveva sentito nulla (nb ha 90anni con qualche piccolo problemino all'udito uguale è mezza sorda!) nel frattempo io continuo a chiamare sia al tel di casa che al cell la mia povera suocera senza ricevere alcuna risposta quando da lontano arrivarono prepotentemente voci nell'aria corali "- 5  - 4 -3 -2 -1 BUON ANNOOOOOOO pe pe pe pe pe pe pe brigitte bardò bardò brigitte pegiò pegiò aiai carramba aiai carramba..." faccio giusto in tempo a chiamare i miei genitori per fargli gli auguri come da tradizione che schizziamo via verso la macchina più veloci della luce non curanti dei festeggiamenti, dei fuochi, dei botti, dei pandori con spumante gratis di fianco al palco affermando, non ne la mia testa, ma ad alta voce allarmando così il mio povero amore che per me sua mamma e il dolce compagno avevano discusso e forse era volata una spinta e lei era caduta e lui impaurito se l'era data a gambe chiamandoci successivamente proprio per costruirsi un'alibi della sere" io vi ho chiamato la amo e sono preoccupato non potrei mai e poi mai farle del male!" (ragazzi non è colpa mia se sono una fan sfegatata di Chi l'ha visto? e Quarto Grado e purtroppo questa sembrava proprio una tipica vicenda narrata negli studi di suddetti programmi... :o) Arrivati in macchina continuo a chiamare la suocera, chiamare chiamare senza ricevere alcuna risposta con Andre a fianco a me che guida come un pazzo urlando a squarcia gola "Se quello stronzo di Giusepppp ( sedicente compagno di mia suocera, vedi anche posto precedente) ha fatto del male a mia mamma ti giuro che lo vado a cercà e lo ammazzo!" E proprio quando pensavamo di varcare la soglia di casa e trovarci davanti una scena del crimine alla "CSI Maiami" con schizzi di sangue su tutti i muri e povera malcapitata squartata a terra, una voce terribile dall'oltretomba mi risponde al cell proprio a 3 minuti dalla loro abitazione:
- "Prontoooooo..." (pensate ad una voce rantolante proveniente dal profondo degli inferi)
-Io. " Pronto A. sei te?! come stai?? cos'è successo?? tutto bene??"
-A. "Oh Sara si tutto bene...DORMIVO... (dormivo????? what????? aaaaahhhhhhh!!!!! Buon annooooooo!!!! Sig Sig :/ )
Ebbene si amici (??) il nostro fantastico Capodanno è finito così con Andre a letto a mezzanotte e mezzo per la sua grande felicità incazzato comunque nero e mia suocera che ci chiedeva pietosamente e umilmente scusa per averci rovinato l'ultimo giorno dell'anno urlando inoltre al telefono con il bel fusto e grand'uomo di Giusepp vomitandogli tutte le cose che non vanno bene nel loro bellissimo rapporto mollandolo infine definitivamente (almeno si spera) visto che tanto non riusciva più a dormire dato che si sentiva in colpa! ( o forse con tutto quello che aveva dormito ci sta anche giustamente che non aveva più sonno).
Considerazioni finali e approfondite sulla splendida serata:
-Punto 1. Giusepppp vattela a piglià nel culo, che Dio ti stramaledica viscidissimo mezzo uomo allarmatore senza alcuno scrupolo di giovani e belle coppie che cercano di passare invano un dignitoso Capodanno!
-Punto 2. E' ormai appurato che se in casa di Andre dei simpatici ladri decidessero di entrare potrebbero direttamente scardinare dalle fondamenta la casa con mia suocera dentro e portarsela via tanto lei non si accorgerebbe di nulla...
-Punto 3. L'unica mia felicità/consolazione???! La deliziosa/mattonata Cheesecake al caramello! (mmmmm gnam gnam!)

Ps: Visto che non sono ancora contenta del mio brevissimo (??) secondo post, colgo anche l'occasione (come si dice in tv) per fare gli auguri di buon compleanno alla mia adorata mamma! Siiiiiiiiii! oggi venerdì 17 è il suo compleannoooooo! (Che culo! :o) E posto qui una carinissima foto di lei giovane con me piccolissima in braccio, che dolce eh?! :D


mercoledì 15 gennaio 2014

...CI SARà MAI QUALCUNO CHE MI LEGGERA'...?! :0

Mercoledì 15 gennaio 2014

A fine 2013 ormai ex (e si spera ancora per molto) uomo della mamma del mio fidanzato nonchè mia futura suocera rivelatosi poi poco affidabile ha elargito una sua perla di saggezza da Camaiorese *ghiovo come la merda affermando che il 2014 sarebbe stato un anno fortunato perchè iniziava di mercoledì...vero o no mi è venuto in mente questo simpatico aneddoto quando ho scritto la data di oggi e quindi mi sono detta: "bene è mercoledì porta bene inizià di mercoledì! Tiè!!" Sta a vedere che gufata m'ha fatta quella merdaccia di un Camiorese gnorante soprannominato da me e dal  mio fidanzato "GIUSEPPPPP" (detto un pò con aria erotica però) che sia stramaledetto cristooooo! ;) Sfiga o no sono qua inizio ma tadaaaaaam colpo di scena supercool vi lascio vado a Zumba,ebbene si mi sono lasciata abbindolare dalla moda fitness del momento che ti fa dimagrire e rassodare con divertimento...bah che sia divertente è vero e nonostante che la mamma dell'insegnante continui a scattarci foto su foto da mettere nella loro pagina facebook con me sempre in prima fila (si faccio la figa perchè sennò non vedo i  passi e m'incazzo da sola) sudata come il porco e brutta come la merda che mi dimeno come una matta e nonostante pure l'afa e il puzzo di ascelle e di mestruazioni di diverse allegre compagne, zumbare mi piace da matti e ti dirò ti mette proprio in forma!
Ps: notare che non mangio un cazzo e ho sempre una fame boia e non contenta di ciò da più di un mese ho tolto pure pane e pasta quindi anche a non aiutarmi a essere in forma va!?! :/
 FIERA DI ESSERE UNA ZUMBERA TUTTA LA VITA! ;)

*ghiovo (dialetto toscano): persona rozza e truzza