Google+ Followers

lunedì 31 marzo 2014

...Pensieri sparsi...

"...So che queste un giorno diventeranno delle storie e che le nostre immagini diventeranno vecchie fotografie e noi diventeremo il padre o la madre di qualcuno, ma qui, adesso, questi momenti non sono storie, questo sta succedendo, io sono qui e sto guardando lei ed è bellissima. Ora lo vedo. Il momento in cui tu sai di non essere una storia triste. Sei vivo e ti alzi in piedi e vedi le luci sui palazzi e tutto quello che ti fa restare a bocca aperta e senti quella canzone su quella strada con le perone a cui vuoi più bene al mondo e in questo momento, te lo giuro, noi siamo infinito."

Non ho letto il libro ma ho visto il film, che sicuramente è rivolto maggiormente al mondo adolescenziale, mondo tra l'altro e purtroppo che, ahimè, non mi appartiene più da quel dì, ma, nonostante ciò, mi è piaciuto moltissimo e mi ha colpita sensibilmente e ogni volta che, a casa di Andre lo ribecco su Sky e sento il monologo finale, fermo di scatto qualsiasi attività io stia facendo e mi metto a pensare con aria trasognante alla storia d'amore tra me e la mia dolce metà, ai miei genitori e al rapporto stupendo che abbiamo, all'amicizia tra me e Veronica che ormai dura incontrastata dal liceo, alle esibizioni storiche con la mia band colme di emozioni forti e indescrivibili e in questi momenti anche noi, lo sento, siamo infinito e voglio iniziare la settimana così, credendo seriamente nell'infinità e nell'unicità della mia esistenza e di tutto ciò che la circonda...


martedì 25 marzo 2014

...Un insolito week end...!

Mercoledì scorso hanno comunicato alla mia dolce metà che avrebbe avuto il venerdì e il sabato liberi visto che doveva usufruire di alcuni permessi obbligatori che non aveva preso e allora ci siamo detti "vogliamo gettare al vento questa rara occasione?!" Eeeeehhhh noooooo caaariiiiii! :) e quindi in fretta e furia abbiamo organizzato un simpatico week end a Torino dato che, dopo la visita del Louvre, mi era rimasta la voglia immane di vedere ancora le prodezze dell'impero Egizio e tutti sappiamo (almeno lo spero per la vostra cultura personale :/ ) che la suddetta ridente città ospita uno dei più importanti musei di questa antica e affascinante civiltà.
La credenza generale di massa sostiene che gli abitanti del nord siano molto più freddi rispetto a quelli del sud affermando peraltro che nell'alt'Italia ognuno pensi solo a se stesso preoccupandosi poco del prossimo ma io, almeno nel caso dei Torinesi, voglio sfatare questo mito dato che ho trovato una città ricca di persone altruiste, educate, carine e gentili; appena arrivati in centro, infatti, proprio in prossimità dell'hotel abbiamo trovato una simpatica signora che, cedendoci il posto auto, ci ha pure regalato il suo ticket pagato per altri 45 minuti, cosa che a me fino ad ora non era mai successa, anche i receptionist del nostro albergo sono stati tutti  impeccabili nei loro garbati modi di fare, pensate che una di loro, senza che noi glielo avessimo chiesto, ci ha perfino munito di cartina della città spiegandoci dettagliatamente in che punto eravamo e la strada giusta da percorrere per arrivare ai vari musei, ai monumenti più importanti, ai punti di ristoro più convenienti e agli angoli maggiormente shoppingosi di Torino, per non parlare poi delle accortezze dei vari ristoratori, dei camerieri, degli impiegati dei musei, delle commesse dei negozi e degli abitanti di questa città in generale, tutti veramente squisiti, composti, educati e pronti ad aiutare degli improbabili turisti come noi. Il museo Egizio, poi, mi è piaciuto particolarmente, così etereo, misterioso e immortale proprio come questa civiltà ormai divenuta anch'essa immortale ed estremamente affascinante, peccato solo che una parte della struttura è chiusa al pubblico fino al 2015 per cui non ci siamo potuti gustare in pieno tali bellezze Egizie ma del resto, si sa, c'abbiamo sempre dietro la nuvoletta di Fantozzi che ci porta una gran sfiga! :( Grazie alla foga da visitatore compulsivo che affligge il mio fidanzato quando usciamo da Lucca e provincia abbiamo potuto assaporare ogni minima parte di Torino riducendoci così a dei simpaticissimi zombi caratterizzati proprio dalla tipica camminata ed agilità che li contraddistingue, ma comunque è stato bello passeggiare nella tranquilla Via Pò assaporando gli outfit della nuova collezione primavera-estate 2014, osservare rigorosamente a testa in su La Mole Antonelliana e sbirciare tra le rive di un tumultuoso e limpido Pò... L'unico mio rammarico è che non ho potuto sorseggiare una qualsiasi bevanda godendo della compagnia di coccolosi e soffici gattini, eh si, cari lettori, stò parlando dei tanto chiacchierati "Cat Cafè", ne hanno parlato pure al Tg5 se non erro, per cui ho costretto Andre a calcare i meandri di Torino fino a giungere stremati in quartieri deserti e un pò malfamati per trovarli, ma poi cercando sul web, ho scoperto miseramente che "Miagola" avrebbe inaugurato proprio quando ce ne dovevamo tornare a casa sancendo definitivamente che, da poveri stronzi quali siamo, la sfiga ci precede a bestia! :/ Ovviamente obbligherò la mia dolce metà a ricondurmi a Torino solo per andare in questo cazzo di Cat Cafè e spupazzare così ogni singolo pelosetto! :/ Nonostante ciò è stato un week end meraviglioso caratterizzato dalla perfetta sintonia dei nostri animi, per cui vi lascio con i miei immancabili servizi fotografici perchè, si sà, se c'è una digitale in giro io da psicopatica malefica mi ci fiondo all'istante...! :D








Ps: Qual'è la mente contorta e psicopatica che ha ideato la viabilità di Torino...??!! Lo sò che provengo da uno sputo di città ma, ragazzi, non ci si capisce veramente un emerito cazzo, non so voi...! ;)

mercoledì 19 marzo 2014

...Aspirante chef...!

Da perfetta  bambina viziata quale sono in 28 anni di vita non ho mai mosso un dito in casa anche perchè mia mamma, essendo una perfezionista maniacale della pulizia e dell'ordine, non mi ha mai lasciata libera di sviluppare il mio lato da classica casalinga disperata e quindi, ora, ironia della sorte, mi ritrovo con un fidanzato che brama ardentemente la tipica mogliettina tutto fare che si destreggia tra le pulizie di casa, buon pranzetti/cenette e panni ben lavati, stesi e stirati e io che purtroppo non sono in grado di badare a me stessa, figuriamoci a lui. Nonostante ciò, mi sono armata di buona volontà e visto che da qualche parte bisogna pure iniziare, ho deciso di darmi allegramente all'alta cucina dato che Andre elogia perennemente il cibo preparato da mia mamma e mi ha sempre spinto assiduamente a chiederle aiuto affinchè pure io possa diventare una gran massaia; così è stato fatto e, munita di penna e taccuino, ho iniziato a seguire per filo e per segno le avventure culinarie della mia mammina per far felice la mia dolce metà...aaaahhhh cosa non si fa per amore...?! Uff!!! :/
Nonostante l'ansia e il nervoso da prestazione che mi assale mentre cucino, devo dire che mi sono stupita di me stessa dato che ero seriamente convinta di fare dei grandi e sonori pasticci e invece le mie prime creazioni non sono risultate affatto male e per ora non ho ancora nè bruciato niente, nè buttato via nulla, tutto commestibile insomma, per la gioia tra l'altro di Andre che è veramente felice e appagato quando assaggia i miei piatti affermando che ci sono proprio portata in tale disciplina e io, dal canto mio, ringrazio interiormente sua madre che, se Dio vuole, in cucina è letteralmente una chiavica sennò stavo fresca vai! :/
Il mio primo piatto risale agli inizi dello scorso dicembre ed è stato una gustosissima pasta all'amatriciana, molti di voi mi rideranno in faccia, ma per un'arzilla fanciulla che non ha mai acceso un fornello è stata una grande soddisfazione assaggiarla e scoprire che era buona, poi però mi sono messa a dieta ferrea e la ricetta non l'ho più ripetuta... :o
Poi mi sono cimentata in una succulenta pasta al tonno che Andre ha ribattezzato come il mio miglior piatto! Effettivamente era proprio buona, simile a quella della mia cara mammina.
Al che mi sono detta "...ma di secondo non faccio mai niente...??!" E allora ho costretto quella Santa subito di mia mamma ad illustrarmi l'ardua metodologia di cottura dei piselli accompagnati da simpatici involtini di carne ripieni di prosciutto cotto e robiola alle olive.
Essendo a dieta ferrea mi sono data poi ai risi: mia mamma mi ha insegnato a fare un decente risotto alla parmigiana mentre io ho voluto provare anche il risotto allo zafferano su consiglio della sorella di Andre il quale tra l'altro lo gradisce particolarmente.
Lo scorso San Valentino poi ho voluto preparare una cenetta particolare per la mia dolce metà proprio come sono solite fare le perfette fidanzatine...e cosa fa una modella mogliettina...?? Facile, uno squisito dolce! Bene, ecco mi sono salvata con gli spiedini di carne e una splendida insalatona mista perchè di dolce il mio cheesecake aveva ben poco ovvero se provavo a leccare una finestra il sapore era lo stesso quindi per renderlo gustoso ho dovuto farcirlo con della squallida nutella... :(
Infine mi sono data al pesce cimentandomi in una bella pasta al salmone che non ho assaggiato essendo a dieta ma che a dir di Andre e di sua nonna è venuta bene, accompagnata da spiedini di pesce con patatine al forno che per farle ho sudato veramente come una piccola e simpatica mailina...
In programma mi sono appuntata di dover scartavetrare i coglioni a mia mamma affinchè m'insegni un buon sugo al pomodoro e un ottimo ragù, nonchè sua indiscussa specialità, che Andre infatti se lo sogna pure la notte da quanto è buono, infatti stavo pensando di obbligarla a produrne in quantità industriali, imbarattolarlo e gustarlo così per il resto delle nostre vite...

Ps: visto che ci siamo, colgo anche l'occasione per fare gli auguri al mio papi visto che è la festa del papà...il miglior papà che io potessi avere...


venerdì 14 marzo 2014

...Piccole depresse crescono...

Come vi ho già raccontato in un mio recente post, le noiose giornate che ci regala la mia ridente città sono scandite da simpatici Lucchesi che danno il meglio di loro stessi proprio su Facebook rendendoci così partecipi delle loro strabilianti vite e delle loro fantastiche perle di saggezza. Sostanzialmente gli abitanti di Lucca sul web si possono dividere tranquillamente in 3 categorie:
Categoria numero 1. quelli sempre al top che si autocompiacciono delle loro meravigliose vite da veri divi elencandoci tutta una serie di serate cool che iniziano sempre con le classiche cene in ristorantini di alta cucina postando immagini di cacatine prelibate di cibo, perchè si sà, i soldi ce li hanno solo loro e finiscono immancabilmente con le improponibili foto nei locali più in del momento sfoggiando il loro stile super fashion e con in mano il tipico bottiglione di vodka che fa sempre molto fighi. Durante il periodo natalizio e quello estivo poi ci rendono partecipi delle loro innumerevoli vacanze e week end in vari località sciistiche o marittime a seconda appunto della stagione in cui ci troviamo regalandoci 200mila foto di loro sulla neve con immancabili tazze di cioccolata calda in localini tipici della zona, sulla spiaggia stravaccati al sole con immancabile aperitivo al tramonto a fine giornata e reportage dettagliati di simpatiche visite delle più belle città del mondo mentre te stai lì a lavoro magari sottopagato e sfruttato come uno stronzo che supplichi  tutti i santi del cielo affinchè suddette persone siano stramaledette fino alla morte. Ovviamente in questa categoria sono tutti dei latin lover nonchè trombatori folli bravi tra l'altro solo loro e se si parla di giovani fanciulle sono anch'esse tutte fighe e mega corteggiate solo loro ma stranamente tutti le vogliono ma nessuno se le piglia.
Categoria numero 2. gli pseudosinistroidi di cui fanno parte solitamente anche i nerd e i fricchettoni che si ribellano, solo a parole, allo stato italiano con innumerevoli post di varie frasi fatte caratterizzate dalle classiche belle parole che restano proprio belle parole perchè poi fatti zero. Stanno sempre a criticare tutto e tutti con fare alquanto incazzoso e ribelle e, neanche a dirlo, sono perennemente in lotta con i simpatici personaggi elencati prima visto che non approvano sostanzialmente il loro stile di vita asserendo che magari i loro soldi dovrebbero elargirli per placare la fame nel mondo invece di spenderli nei locali più in del momento, in ristoranti e hotel di lusso e in capi di abbigliamento di alta moda.
Categoria numero 3. i depressi che usano Facebook come una sorta di sfogo personale raccontandoci sia le loro infinite pene d'amore che le loro tristi vicende in cui sono soliti imbattersi sfociando poi peraltro proprio nel vittimismo più totale informandoci di quanto stanno male, di quanto sono a pezzi e che magari in questo momento sono proprio al pronto soccorso senza un motivo ben specifico cercando così attenzioni dai vari amici e conoscenti che logicamente, spinti da compassione, iniziano a commentare il post con i classici "Oddio che è successo??" "Tesoro come stai??" "Ti prego dimmi che non hai niente di grave!" riuscendo a far sentire il personaggio di questa categoria un minimo considerato, evitandogli infine, ancora per un pò, il suicidio imminente che ci promette da mesi.
La piccola e tenera signorina M. di cui vi voglio parlare oggi fa proprio parte di quest'ultima categoria, la quale ci rende costantemente partecipi delle sue sofferenze in campo sentimentale regalandoci innumerevoli post da taglio immediato di vene:
"...mentre cammino per la strada, vorrei sentirmi prendere per mano, voltarmi e vedere che sei tu...guardarti negli occhi...sento i battiti del mio cuore che aumentano sempre di più, tutti i rumori intorno a noi non esistono...esistiamo solo io e te...avvicinarmi e stringerti come non ho mai fatto, e baciarti con quella passione che non sapevo nemmeno di avere... (tutto questo è un mio sogno che non si realizzerà) (ma si sa...sognare non costa niente) :-( "
E poi posta un'immagine di una scalinata addobbata a festa inserendovi disperate riflessioni:
"Scendere con un bel vestito da sposa...è solo un sogno...perchè tu vita mia sei lontano da me e chissà ancora per quanto...e io non riesco più a vivere così, non ho la forza di andare avanti... :-( "
E ancora:
"I ricordi più belli sono come lame conficcate nel cuore :-( senza speranza "
Per comprendere meglio la situazione della sfortuna signorina M. dovete sapere che lei è fidanzata ufficialmente da qualche anno con il ridente signor A. che si crede un vero stallone nonostante sia piuttosto basso e tozzo, con un viso che sprigiona la classica aria da persona poco intelligente delineato tra l'altro da un naso letteralmente improponibile che a Pinocchio ni fa davvero una pippa e il detto "hai un naso che sparecchia i tavoli" non gli rende giustizia perchè è una cosa che ha veramente del sovrannaturale. (purtroppo inserirvi una sua foto non è cosa buona e giusta, lo sapete :/ ) Il grandissimo latin lover di A. non è un viso nuovo per me visto che abitiamo nello stesso quartiere e si sà come vanno le cose in questi sputi di frazioni, le disavventure accadono come in ogni luogo ma qui si vengono subito a sapere e le voci iniziano a girare immediatamente, infatti il signorino a 16anni aveva intrapreso la prima ufficiale relazione seria con una coetanea nonchè vicina di casa che aveva incoscientemente messo incinta ma il bello è che, appena saputa tale notizia, decise di darsela velocemente a gambe lasciando così la patata bollente nelle mani della malcapitata e, d'accordo con la sua famiglia, non ha mai voluto riconoscere il figlio che è nato e cresciuto senza l'aiuto del ridente padre e con la tenera convinzione che i suoi genitori siano i suoi nonni e questo vi fa capire che popò di personcina sia A. che infatti ha perso il pelo ma non il vizio perchè anche con la signorina M. si è comportato piuttosto male cornificandola allegramente nell'ambito lavorativo diverse volte ma quest'ultima da vera zerbina quale sia lo ha sempre perdonato. Come se non bastasse poi il signor A. qualche mese fa ha deciso di accettare un'offerta di lavoro a Londra come cameriere di un normalissimo bar, occupazione che con un pò di buona volontà riusciamo a trovare anche qua in Italia a mio parere, così si è trasferito subito in terra straniera (nb: su facebook comunque rimangono fidanzati ufficialmente, che carino lui che non l'ha lasciata...peccato però che non si vedono mai :/ ) gettando nello sconforto più totale la sua fidanzatina che si è ritrovata sola e disperata perchè è una di quelle classiche tipe che quando trova l'amore abbandona qualsiasi altra forma di vita e così la piccola M. sul web ci delizia costantemente con frasi da suicidio immediato taggando pure il suo amato in varie immagini di succulenti cibi e dolci che assiduamente prepara (a questo punto sarebbe meglio che partecipasse a Masterchef così ce la leveremmo definitivamente dai coglioni) senza ricevere mai risposta alcuna da parte di A. e allora, afflitta da tristezza, acuta c'informa dei suoi tormentati stati d'animo e della sua arida vita:
"Che vita di merda! Triste e infelice...a volte mi chiedo cosa ho fatto di male...??"
E poi:
"Mi spiace per tutto il male che ho causato...potessi tornare indietro farei scelte diverse...così non mi ritroverei da sola come adesso..."
Postando il video del Tacatà, stupenda canzone che ci ha scartavetrato i coglioni la scorsa estate, c'informa che:
"Disperata...ho proprio bisogno di uscire...voglia di ballare tutta la notte...quanto mi manca ballare non sò più nemmeno quando è stata l'ultima volta..."
E ancora:
"Mi mancano quelle sere di qualche anno fa, tra un aperitivo, una risata e buona compagnia...nostalgia...sto male...tanto male..."
E daglie:
"In preparazione...direzione Viareggio...forse un pò d'aria di mare mi farà bene...e come sempre sono sola..." :-(   (Tra l'altro dopo questa informazione che ci regala, posta tutta una serie di foto di lei davanti al mare intitolando il nuovo album "Sola e triste" e inserendovi pure l'immagine di una gustosa vaschetta di pesce commentando con un "Frittino misto, da quanto tempo che non lo mangiavo..."  che mi ha fatto una tristezza infinita perchè mi sono immaginata questa povera crista vagare da sola in lacrime in una soleggiata e mite domenica caratterizzata dalle classiche coppie e famiglie felici che passeggiano spensierate!)
E infine:
"Domani mattina direzione Ikea a Pisa...sola soletta...come sempre..."
Come potete benissimo immaginare nessuno risponde alle sue innumerevoli richieste d'aiuto che cercano invano di farci capire che ha proprio bisogno di una povera anima pia che ha voglia di fare del volontariato no profit prendendosi così la briga di portarla a fare anche solo qualche passeggiata proprio come si fa con i nostri simpatici cagnolini dato che lei stessa è proprio sola come un cane e non ha pudore nemmeno nell'ammetterlo cadendo nello scontato vittimismo più nero che io tra l'altro odio profondamente ma, si sa, "chi è causa del suo male pianga se stesso" per cui cara signorina M. tutto ciò te lo sei ampiamente cercato e quindi, ora, sono solo cazzi tuoi! :/ Con affetto,
Sara! :)






martedì 11 marzo 2014

...Considerazioni pseudoclimatiche...

...Ma di questa temperatura alquanto mite ne vogliamo parlare...??!! E' tutto molto bello, direte voi, ma io come al solito vado controcorrente e valuto la gravità e la crudeltà di questo calduccio prematuro perchè, anche se adoro l'estate sopratutto per il mio amore incondizionato verso il mare, l'ansia da prestazione abiti estivi e prova costume si fa già sentire paurosamente nell'aria regalandomi attimi di panico proprio prima di dormire dato che quest'anno non mi sento affatto pronta:
- Paranoia numero 1. Come vi ho raccontato in uno dei miei primi post, ho smesso felicemente di fumare a fine aprile 2012 per la gioia di mio papà e di Andre che mi scartavetravano giustamente i coglioni da anni cercando appunto di farmi abbandonare definitivamente questo mio piccolo vizietto ed effettivamente durante il periodo estivo ho colto subito i primi benefici di tale fine dipendenza ed è filato tutto liscio come l'olio, poi però, come succede sempre, l'olio ha fatto il fondo e verso l'autunno ho iniziato a prendere qualche chilo in più dato che mangiavo letteralmente come un maialino da ingrasso senza, ahimè, accorgermene più di tanto. Per fortuna quella "Santa subito!" della mia cara mamma mi ha fatto gentilmente notare che stavo paurosamente lievitando per cui, se non volevo essere scambiata per la simpaticissima sosia di Peppa Pig, dovevo correre immediatamente ai ripari, quindi presa dal panico e dalla depressione più nera ho deciso di togliere categoricamente pasta, pane e zuccheri per cui, cari lettori, è dalla metà di dicembre che io sono istericamente a dieta ferrea! :o C'è da dire che i risultati si vedono anche perchè mi sono pure sfondata di zumba come se non ci fosse un domani e credo proprio di essere tornata al mio peso forma, uso il "credo" visto che, scema come sono, nutro un pò di timore nei confronti della bilancia e infatti sono anni che non mi peso e quindi come faccio a sapere se sono dimagrita, direte voi??! Beh, io vado a taglia, cioè io ho quella taglia lì dall'adolescenza e proprio quella deve rimanere sempre e comunque sennò è merda a ghiande ed effettivamente ora "la mia taglia da una vita" mi sta a pennello e non mi tira più nulla! Nonostante questo, da masochista quale io sia, c'ho preso quasi gusto a seguire questa divertentissima dieta priva proprio delle maggiori prelibatezze della cucina italiana ed ho deciso di non sgarrare categoricamente almeno fino all'inizio dell'estate per sfoggiare un fisichino da urlo ma se il caldo ha deciso stranamente di arrivare in anticipo mi rovina miseramente i piani gettandomi nello sconforto più totale e nel giramento di palle più veloce!
- Paranoia numero 2. Sono bianca come un'ovo! Tradotto, la mia carnagione è piuttosto chiara  e quest'anno la vedo particolarmente assomigliante al candido e immacolato color del latte, cosa che non agevola la mia cara buon vecchia amica cellulite perchè, si sà, il colore più scuro camuffa un pò la simpatica e classica buccia d'arancio per cui se mi soffermo a  guardarmi allo specchio in intimo mi sale proprio la vena omicida!
- Paranoia numero 3. Non ho le extension al proprio posto! Siccome mi sento una grandissima parrucchiera, mi diverto ad attaccarmi allegramente le mie adorate extension da sola visto che ho tutto il necessario proprio a regola d'arte però ovviamente ho un filino di ricrescita mista a nodi paurosi in vari punti che maschero sapientemente con una miriade di cappellini che se viene il caldo però devo assolutamente togliere se non voglio che mi si squagli pure il poco cervello che mi è rimasto per cui o mi decido a tornare dal parrucchiere e spendere così un patrimonio o mi metto lì nella mia cameretta di buona lena e fare un bel lavoro da sola risparmiando un bel pò di soldini...
Come se non bastasse poi ieri mi si presentano pure una 30ina di messaggi in posta su Fb dove i nostri amici c'invitano già a confermare la nostra presenza alla tenda del Bagno De Pinedo dove andiamo tutti gli anni da perfetti snob e viziati che non amano passare l'estate a spiaggia libera accalcati tra gli sconosciuti per cui, capitemi bene, l'ansia aumentaaaaaaaa! :o



venerdì 7 marzo 2014

...Sedicenti maestri di vita ai tempi della crisi...

Nella ridente città in cui vivo, ovvero la bellissima ma noiosissima Lucca, ad allietare il susseguirsi delle giornate ci pensano diversi personaggini alquanto discutibili che condividono assiduamente, senza poi che nessuno glielo chieda, le loro massime e la loro strabiliante vita sociale e non nel quel di Facebook sollazzandoci con una miriade di post totalmente improponibili che mi danno l'ispirazione a scrivere su questo mio fantastico blog.
Una di queste grandi icone da ispirazioni omicide è la finissima signorina L. (purtroppo si sà tirare in ballo i nomi qua non è cosa buona e giusta ma se qualcuno è di Lucca e sfortunatamente ce l'ha tra le amicizie di fb sicuramente leggendo il tutto capirà...eeeehhh se capirà...! :/ ) che è affetta indubbiamente da manie di egocentrismo acuto, infatti ci delizia con i seguenti post:
"Ragazze lasciatevi dire che siete ridicole! Ogni fottuta cosa che faccio (tinta, sopracciglia, tatuaggio,vestiti che compro, applicazioni che scarico ecc ecc.) perchè dovete subito fare uguale? Ma per chi mi avete preso per la Paris Hilton dei poveri porco ***??!! Fatevi una vita, spremete il cervello e vedrete che vivrete meglio. Io sono una sfigata con gusti ambigui e sono un'alcolizzata! Peace!"
 E poi:
"Avviso ad alcune ragazze: da oggi ho il copyright...m'avete rotto il cazzo! Ma se mi metto una merda in faccia lo fate anche voi? Così tanto per sapere! Fotocopie mal riuscite!"
 E ancora:
"Ma è possibile che se mi faccio very blondy vi fate bionde pure voi??! Della serie ragazze che si dovrebbero ammazzare ma non lo fanno...Galline ridicole!"
E lei continua così a parlare da sola postando imperterrita stati su stai sullo stesso filone di pensiero senza che nessuno si degni minimamente di commentare qualcosa, senza che magari tali grandi ragazze/fotocopie si difendano lasciando scritto le proprie ragioni e l'unica cosa che penso ogni volta che sfortunatamente m'imbatto su uno di questi suoi post è indubbiamente:

MA CHI TE SE INCULAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!

Purtroppo non potete godere della sua splendente figura (postare una sua foto qua non mi sembra cosa buona e giusta) ma nessuno mi vieta di rivelarvi qualche sua piccola caratteristica fisiologica: è alta 1 metro e 30, culo basso che se non sta attenta gli srtuscia in terra quando cammina, gambe corte, polpacci grossi (detti in toscano "zampucci") cosce cicciotte e tozze come quelle di un maestoso pollo vallespluga con oltretutto annessa una grande quantità di cellulite simile ai crateri lunari che sfoggia così con nonchalance perchè si sà, è bona solo lei, lardi vari di trippa sul suo candido pancino sicuramente causati dall'alcool visto che da vera bulla si definisce un'alcolizzata, braccia grasse con buccia d'arancia annessa illuminata particolarmente in estate dal sole, viso anonimo munito tra l'altro di un naso che sparecchia i tavoli, capelli stopposi con doppie punte che le partono dalle orecchie, sopracciglia disegnate che ingrossa diligentemente proprio da vera pin up di squallido borgo, il tutto definito da un corpo completamente tatuato di figure oscene sapientemente mega colorate che è solita pure disegnarsi da sola visto che ha comprato la macchina per fare i tatuaggi e che ovviamente è una vera artista, una delle poche rimaste in circolazione! Carina vero?? Per non parlare poi del suo abbigliamento che spazia dal classico stile rapper del più profondo Bronx a quello da pin up da quattro soldi come vi ho già anticipato, tutto condito logicamente da un alto tasso di troiaggine e volgarità da far rabbrividire pure la buona cara vecchia Miley per cui io di tutto cotesto squallore sinceramente non ci trovo proprio nulla da copiare...poi oh de gustibus, fate voi!

Non è finita qua, cari amici, tale grande  ragazza in questione ci informa spesso e volentieri che in fatto di lavoro non la batte nessuno, tutti la cercano e tutti la vogliono proprio come la bella Camilla, tutti la vogliono ma nessuno la piglia:
"Trovare un lavoro dietro l'altro in sto momento di crisi solo io"
E poi:
 "Oggi al colloquio: <<Lei ha appena 25 anni ed ha un curriculum notevole, complimenti farà sicuramente strada!>> Io: << Grazie, speriamo sia la strada giusta!>> Mi sento fortunata! I'm a strong girl!
E ancora:
"In questi giorni dovrò scegliere tra 3 lavori diversi, certo che cosa strana poter anche scegliere dove lavorare in un momento di crisi così"
Peccato che la troviamo 24 ore su 24 collegata a Fb intenta a postare uno stato dietro l'altro e ad inserire continuamente varie simpatiche foto di lei con amiche e consorte (ebbene si ha pure un povero cristo che la monta) per farci sapere che è sempre in giro a fare baldoria sia di giorno che di notte per cui cara signorina L. per trovare i tuoi innumerevoli posti di lavoro bisogna andare a "Chi l'ha visto"??!! :o E pensate amici che io l'ho sfortunatamente conosciuta proprio su un posto di lavoro, ovvero durante il mio periodo da telefonista in un call center nel quale prendeva appuntamenti per i consulenti completamente inesistenti, veniva un giorno si e tre no, le piaceva recitare la parte da povera vittima con pianti tragicomici annessi quando ovviamente la volevano mandare via asserendo che poverina aveva bisogno di questo lavoro perchè doveva contribuire all'affitto della ridente casa presa con il suo fantastico lui visto che i loro genitori li avevano crudelmente abbandonati non offrendogli il bene che minimo aiuto e quando c'era o stava di nascosto su Fb o rompeva i coglioni a tutti cercando prevalentemente di scroccare sigarette a randa, per cui cari sedicenti datori di lavoro, chi di voi è davvero completamente ammattito da volerla assumere nelle vostre aziende o esercizi commerciali??!! Lo ignoro...

Concludo inoltre postandovi alcune sue originalissime frasi che ci fanno comprendere quanto il suo cervello sia notevolmente sviluppato rispetto alla media:
"Lo spiegate voi alle innumerevoli aspiranti moderne Cenerentola che lei perdeva la scarpetta e non le mutande?!
E poi:
"Mi state tutti sul cazzo e non ho il ciclo!"
E ancora:
"Ricordatevi ogni volta che vi sentite persi o tristi che dopo la pioggia c'è sempre il sole"
E inoltre:
"Lunga vita al mio nemico affinchè possa assistere al mio successo" 
E infine:
"Sul mio conto sento mille cattiverie ma ti posso assicurare che sono tutte vere"
La carissima signorina L. è spavalda nel sottolineare quanto sia originale, icona di stile visto che tutti la copiano e grande sicura donna carismatica ma forse non si ricorda del suo periodo al call center dove durante le cene aziendali mi si appiccicava addosso come una cozza facendo tutto quello che facevo io e chiedendomi sempre consigli su cosa poteva indossare e ovviamente se io mi mettevo un vestitino se lo metteva stranamente anche lei...
Perchè non la elimino dalle mie amicizie??!! Lo ignoro...! :)
 
 
 
 

 





martedì 4 marzo 2014

GO TO WAR!

Quest'anno ho seriamente creduto di perdermi i rioni del Carnevale di Viareggio perchè la maggior parte delle simpatiche coppie di amici che ho attorno ha come presenza maschile il tipico uomo rotto in culo che nel momento in cui si fidanza non ha più voglia di uscire dato che, a suo dire, quando aveva una vita sociale era solamente dettata dal bisogno immane di cercarsi una suadente fanciulla. Per fortuna però la mia cara vecchia buon amica Silvia, nonchè mia ex collega di lavoro del call center, si è ricordata di me inviandomi un classico messaggino con il quale m'invitava a trascorrere il sabato sera al simpatico Rione Darsena assieme a al suo fidanzato e a sua sorella con rispettivo uomo annesso ovviamente tutti rigorosamente mascherati per cui la stagione carnevalesca di quest'anno non è andata persa. E' subito quindi iniziata l'estenuante ricerca del nuovo travestimento dell'anno, per la gioia tra l'altro di Andre, che ormai non poteva fare altro che maledire spudoratamente e miseramente Silvia, nonchè divenuta mia grande e unica ancora di salvezza, visto che aveva già tirato un gran sospiro di sollievo convinto seriamente che ormai a questo giro se l'era fortunatamente scampata... ( iiiihhhhh iiiiiiihhhhh tiè tiè! [con tanto amore ovviamente :p] )
Detto fatto la grande ispirazione che mi colpisce solitamente di notte si è balenata nel mio cervellino bacato e il nuovo travestimento si è materializzato magicamente davanti a me: S-O-L-D-A-T-I! Saremo dei piccoli e simpatici soldatini della serie go to war! :D
Ed eccoci qua, il solito detto stravecchio quanto il mondo "dalla foto si capisce tutto" non è mai stato così vero come in questo caso dove Andre cerca di tagliarmi la gola con un simpatico coltellino di plastica con custodia annessa mimetizzata che ho costretto allegramente a fargli comprare visto che la mitraglia non l'abbiamo trovata ad un prezzo decente.
La scenetta si svolgeva in questo modo: io distraevo gli improbabili nemici che mi si materializzavano dinnanzi con note tattiche persuasive caratterizzate da gambe scoperte in bella vista dato che il mio tutù mimetizzato era proprio raso-topa e Andre a quel punto sferrava l'attacco sconfiggendo gloriosamente suddetti nemici di guerra...
Da notare la felicità del mio amato che in vecchiaia è stato obbligato a scoprire la gioie del Carnevale.
La serata comunque si è svolta piacevolmente ed è stata l'ennesima riprova della grande fortuna che ho avuto ad imbattermi in Andre che per amore asseconda ogni mio capriccio partecipando felice a qualsiasi cosa io gli proponga! :D
  
La simpatica coniglietta è la mia ancora di salvezza Silvia e l'altra fanciulla è la divertente coccinella Laura...originalissime tutte quante, penserete voi, ma io vi dico che, a mio parere, la nostra porca figura s'è fatta lo stesso! :D